“Dopo otto ore sui banchi, mia figlia ha dedicato il tempo libero ad attività ricreative e sport”: il parere del Prof. Cornoldi sui compiti per casa

La comunicazione utilizzata da una madre di Milano per giustificare il fatto che la figlia non avesse fatto i compiti per casa ha aperto un acceso dibattito sul tema dei compiti e sul rapporto scuola-famiglia. Abbiamo intervistato in merito il Professor Cornoldi, coordinatore del comitato direttivo della nostra rivista e del comitato scientifico del Convegno “In classe ho un bambino che…”. 

di Redazione GiuntiScuola · 13 ottobre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
2 min read

Professore, la comunicazione utilizzata da una madre di Milano per giustificare il fatto che la figlia non avesse fatto i compiti per casa ha acceso un vivace dibattito. Qual è il suo punto di vista rispetto a quanto accaduto?

Nei giorni scorsi sono stato al Congresso Nazionale AIRIPA (Associazione Italiana per la Ricerca e l'Intervento nella Psicopatologia dell'Apprendimento) e devo dire che questa notizia è stata lo stimolo per grandi discussioni in merito al tema, già ampiamente dibat