Donne esemplari delle due sponde del Mediterraneo l’8 marzo a Bologna

L’8 marzo l’associazione ANNASSIM (Donne native e migranti delle due sponde del Mediterraneo) ricorda le donne esemplari delle due sponde del Mediterraneo, contro gli stereotipi e le banalità. Appuntamento al centro interculturale Zonarelli di Bologna, dalle 16.30 alle 23.00. 

di Redazione GiuntiScuola · 01 marzo 2016
0

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

L'associazione ANNASSIM (Donne native e migranti delle due sponde del Mediterraneo) organizza per l'8 marzo a Bologna, con il contributo organizzativo e artistico di Daniele Natali, giovane scrittore, un incontro e una festa per ricordare tutte le donne esemplari delle due sponde del Mediterraneo. L'incontro, che si terrà presso il centro interculturale Zonarelli  (via A. Sacco, 14) dalle 16.30 alle 23.00, intende essere un gesto concreto contro la banalità, gli stereotipi, l'immagine della donna come "oggetto passivo della Storia, da vendere, comprare e/o abusare ad ogni capriccio ".

"Musulmane e non, contro le violenze e le devastazioni, contro gli Stati e i regimi liberticidi, di ieri e di oggi", le donne delle due sponde del Mediterraneo sono invece "eroine spesso dimenticate, che dividono con noi le nostre città o che vivono nelle storie e nei racconti che i potenti non vorrebbero farci conoscere".

Nel corso dell'incontro si ricorderanno i 70 anni (1946-2016) dell'omicidio di Giuditta Levato ; le donne della sponda Sud del Mediterraneo, del Maghreb; le madri negli abissi , le donne migranti mai arrivate a destinazione e quelle che hanno dovuto subire in patria, come in asilo, guerra, fame, tortura e violenze d'ogni genere. Durante la giornata, Antonella Selva presenterà il suo libro Femministe e il pittore e street-artist Filippo Zoli dipingerà dal vivo ritratti di grandi donne.

Per saperne di più

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it