Corridoi educativi per rifugiati, presentata al Miur l’iniziativa "#U4Refugees"

Presentata ieri l'iniziativa del MIUR "U4Refugees", per consentire l'accesso alle università europee da parte degli studenti universitari costretti alla fuga da Paesi in conflitto. 

di Redazione GiuntiScuola · 04 maggio 2016
0

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Si chiama "U4Refugees" (L’Università per i rifugiati) un progetto presentato ieri dal ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e dalla presidente della Commissione Cultura e Istruzione del Parlamento europeo Silvia Costa. L'iniziativa prevede la creazione corridoi educativi per consentire ai rifugiati l’accesso alle università europee .

“Sono molto felice che questa iniziativa sia stata accolta per prima dall’Italia, Paese che conferma la leadership sul fronte dell’accoglienza, dell’investimento in cultura e dei progetti orientati al recupero e alla protezione dei beni culturali oggetto di attentati e distruzione . [...] In Europa non si costruiscono solo muri, ma si attivano progetti concreti nel nome della cultura e della formazione”, ha sottolineato la Presidente Silvia Costa.

“Siamo qui oggi per lanciare un’iniziativa che avrà come seguito un accordo quadro che coinvolgerà le università italiane con un obiettivo chiaro: consentire a quei rifugiati che sono studenti o ricercatori con un percorso già iniziato nei loro Paesi di avere un’accoglienza non solo umanitaria, ma anche educativa nel nostro Paese ", ha aggiunto Stefania Giannini.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!