Compiti per le vacanze

L'estate è un buon tempo per leggere, riprendersi il tempo per progettare. Qualche consiglio e alcune iniziative cui porre attenzione in questi giorni: un bando del MIUR per le biblioteche scolastiche innovative, "Io leggo perché", le "Biblioteche di Antonio"... 

di Redazione GiuntiScuola · 24 maggio 2016
0

REGISTRATI ACCEDI

0
5 min read

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Grazie, digitale!

È stato un anno intenso, fatto di lavoro e di buone letture. E ci aspetta una piccola pausa, almeno un rallentamento e maggiore spazio nelle nostre vite per occuparci di noi, delle persone che amiamo ma anche per leggere un po’ di più per riflettere e ragionare senza il fiato sul collo degli impegni editoriali – per me che scrivo – e di quelli scolastici – per voi che leggete. Prima di chiudere tutto c’è un bando a cui rispondere: quello del MIUR che mette a disposizione fondi per le Biblioteche scolastiche. Che ancora non esistono sulla carta, ma questo interesse ci fa ben sperare. Fondi che arrivano grazie al Piano Nazionale di Scuola Digitale . Dobbiamo ringraziare quindi chi si occupa di Nuove Tecnologie perché ha compreso il ruolo della biblioteca scolastica. Preziosa per crescere liberi e sapienti.

Libri e biodiversità

E poi c’è Io leggo perché progetto dell’Associazione Italiana Editori che quest’anno si rinnova. L’impianto è molto simile a quello de I libri? Spediamoli a scuola! promosso da Sinnos qualche anno fa e poi accolto dalla stessa AIE con il nome Amo chi legge , e il progetto Giunti Aiutaci a crescere. Regalaci un libro! Unica grande differenza è che gli editori doneranno a loro volta alcuni libri, raddoppiando quelli acquistati. Su questa differenza ho già espresso il mio parere negativo, perché ritengo che il concetto che i libri si possano regalare a Istituzioni come la scuola, che dovrebbe avere fondi per questo (in migliaia di copie per giunta) sia pericoloso e poco educativo. Ho più volte scritto, qui e altrove che dietro i libri c’è un lavoro. E che se questo lavoro non viene remunerato il rischio grave e reale è quello di avere libri tutti uguali . Senza gli editori che progettano e possono investire nei loro progetti, non si tutela la libertà di pensiero. Ma a parte questo aspetto di Io leggo perché, credo sia utile e importante iscriversi al sito, come messaggeri, come scuole e come librerie (e come aziende: ci sono anche le Biblioteche Aziendali) per dare vita e sostanza al circolo virtuoso tra librerie, scuole e cittadini. Per far sì che le scuole abbiano tanti buoni libri e possano efficacemente praticare l’educazione alla lettura. Che fa bene al cervello oltre che al cuore.

Biblioteche tra isole e frontiere, per unire

In questi giorni sceglieremo la scuola a cui andranno i libri delle Biblioteche di Antonio 2016 (libri comprati di tanti editori per ragazzi, che si aggiungono a tutto il catalogo Sinnos). L’ultima Biblioteca di Antonio è stata quella di San Giuseppe Jato , della quale viene data notizia nella rivista "Andersen" di maggio: biblioteca scolastica di frontiera, che siamo orgogliosi di sostenere. Perché, appunto, c’è grande bisogno di biblioteche in questo paese. E in questo senso il progetto Ibby Lampedusa è un piccolo faro. Se ne è parlato molto al Salone del Libro di Torino, grazie ad Adotta uno scrittore , iniziativa che per la prima volta è uscita dal Piemonte per arrivare su quella piccolissima isola, porta sul Mediterraneo finora solo di persone in cerca di un futuro migliore. Con la Biblioteca e i progetti Ibby vogliamo diventi Porta sul Mediterraneo della cultura e simbolo di un Italia che può fare molto di più per diffondere libri e lettura. Ecco il link all’intervista fatta dai ragazzi del BookBlog a Fabio Stassi, autore adottato per Lampedusa e del quale vi consiglio di leggere il diario dall’isola . Ibby Italia non si ferma a Lampedusa e per le letture estive vi consiglio di consultare la bibliografia della Biblioteca della Legalità che il 21 maggio è stata festeggiata a Isola del Piano anche insieme a Federico Appel, con Pesi Massimi e La leggenda di Zumbi l’immortale . Anche su questo ultimo libro ci sono due belle interviste fatte dai ragazzi del Bookblog del Salone del Libro. Sentir parlare Fabio e Federico scalda sempre il cuore…

Appuntamento... nel bosco!

L’impegno di scegliere i migliori libri per ragazzi da mettere nel nostro catalogo prosegue. Esce proprio in questi giorni in libreria per Sinnos Appuntamento nel bosco , di Sylvia Vanden Heede e Benjamin Leroy (che avevate conosciuto con Caccia alla tigre dai denti a sciabola ) La storia è semplice: una pipistrellina in cerca di nuovi amori ha dato appuntamento ad un cervo volante. Immaginandolo un magnifico mammifero con le ali, proprio come lei. E invece è un insetto. E lei gli insetti se li mangia. Tranne scoprire che "gli insetti ti possono piacere in tanti modi diversi". E questo è l’augurio che vi facciamo per questa estate: avere appuntamenti sorprendenti e interessanti. Anche con i libri!

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!