Calendario interculturale, un anno di feste

 “Un anno Rose e Fiori”:  un invito alla speranza e all’ottimismo, un anno di intercultura  e di ricette con fiori commestibili da tutto il mondo nel calendario di Sinnos.

di Redazione GiuntiScuola · 23 novembre 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
3 min read

È fresco di stampa il nuovo, coloratissimo, e persino “profumato” Calendario interculturale 2017 edito da Sinnos (pp. 28, euro 9,50), un invito alla speranza e all’ottimismo, e ad un rinnovato impegno affinché il prossimo sia, come recita il sottotitolo, “Un anno Rose e Fiori”. Lorenzo Luatti ci invia questa segnalazione.
La metafora floreale trova una declinazione concretissima nella presentazione di 12 ricette culinarie , una per ogni mese dell’anno, dove i fiori, i più diversi fiori dell’anno e della terra, costituiscono l’ingrediente centrale di ogni pietanza proposta. “Fiori per ogni stagione, per ogni tipo di terra o di temperatura. Fiori di montagna, del deserto, sull’acqua e in tutti prati e pianure”: fiori per adornare e fiori, soprattutto, da “gustare”, come quelli di zucca e zucchine, di sambuca, di fava o di cipolla, di violetta, calendula o gelsomino, di geranio bianco e di lavanda. E di rosa soprattutto.
Alcuni piatti che si possono preparare con i fiori attingendo anche alle tradizioni culinarie altrui? Ve ne sono alcuni piuttosto noti, altri che risulteranno sconosciuti ai più: dai “Carciofi alla giudia” al “Tortino di patate e zafferano” dalla “Torta iraniana cardamomo e rose” all’“Insalata di fiori” per i primi mesi dell’anno, oppure la “Minestra di Calendula” e “I biscotti di violette” per gli ultimi due.
Il Calendario, da oltre 15 anni, raccoglie le informazioni essenziali e le spiegazioni delle festività e ricorrenze delle religioni e delle culture appartenenti ad alcune comunità presenti sul nostro territorio nazionale (bahà’i, buddista, cinese, cristiana, ebraica, induista, islamica, sikh, zen). Molto curato nelle illustrazioni (di Lisa Gelli) e nella grafica.

Altri calendari, cartacei e online, con le principali festività religiose e le ricorrenze civili dei vari paesi sono:
http://www.interfaith-calendar.org/ . In inglese, tra i più completi, ricchissimo di informazioni, con le date delle feste di oltre 30 religioni nel mondo (disponibile fino al 2030).

http://www.interculturatorino.it/il-nostro-calendario/un-calendario-per-tutti/ . “Un calendario per tutti” del Centro Interculturale della Città di Torino giunge alla sua undicesima edizione, da un paio d’anni inversione unicamente telematica. Un calendario in cui sono riportate le più importanti festività religiose, civili, nazionali e di indipendenza e le principali giornate internazionali riconosciute dall’ONU.

▪ Calendario Multiculturale Prisma 2017 (EMI, 2016, 3,00 euro). Calendario murale (70x100) che riporta feste civili, ricorrenze religiose di cristianesimo, islam, ebraismo, induismo, buddhismo e feste tradizionali cinesi. Un ampio testo di approfondimento spiega i calendari lunari e gli almanacchi delle diverse culture. Distribuito anche dal CD/Lei-Centro Riesco di Bologna.