Buona Pasqua celebrando la pace

La pace come primavera degli uomini. A tutti i lettori e gli amici di "Sesamo" gli auguri di Graziella Favaro e della redazione, per una Pasqua buona e per un tempo di pace. Rileggendo Gianni Rodari e Jella Lapman. 

di Redazione GiuntiScuola · 24 marzo 2016
0

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Tempo di primavera, di Pasqua, di pace. E, a invocare la pace con parole antiretoriche e forti, una poesia di Gianni Rodari.

21 marzo

La prima rondine venne iersera
a dirmi: - È prossina la primavera!
Ridon le primule nel prato, gialle,
e ho visto, credimi, già tre farfalle.
Accarezzandola così le ho detto:
- Sì, è tempo, rondine, vola sul tetto!
Ma perché agli uomini ritorni in viso
come nei teneri prati il sorriso
un’altra rondine deve tornare
dal lungo esilio, di là dal mare.
La Pace, o rondine, che voli a sera!
Essa è per gli uomini la primavera.

Gianni Rodari

Nei giorni di festa, non dimentichiamo l’infanzia che non ha pace. E con i bambini proviamo a mettere questo modo sottosopra, per rimetterlo nuovamente nel verso giusto, come consiglia Jella Lapman.

Poco a poco facciamo in modo di mettere
questo mondo sottosopra
nuovamente
nel verso giusto.
Cominciamo dai bambini.
Mostreranno agli adulti
la vita da percorrere.

Jella Lapman

Le immagini che accompagnano questo articolo ritraggono le uova di Pasqua realizzate e decorate dalle mamme immigrate che frequentano i corsi di italiano presso l’associazione IBVA di Milano.

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!