Bestiario immaginato: online il catalogo

Disponibile il catalogo con le bestie immaginate e disegnate dai bambini di Remanzacco, Tavagnacco e Fagagna, realizzate dagli adulti dei tre comuni e divenute protagoniste di una mostra a cura di Virginia Di Lazzaro, artista il cui motto è “il bello si trova nelle differenze di pelo, capelli, pelle e colore”.

di Redazione GiuntiScuola · 14 luglio 2015
0

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Si è svolto quest'anno nei comuni di Remanzacco, Tavagnacco e Fagagna il progetto " Bestiario immaginato ", primo Festival Partecipato della Creatività promosso dalla cooperativa Damatrà , la quale da oltre vent'anni si occupa di progetti per l'infanzia e per saldare i legami tra infanzia, scuola, territorio.

Il progetto si è articolato in 3 fasi:

  • un percorso di narrazione con i bambini , che hanno inventato e disegnato il proprio personale bestiario;
  • la consegna dei disegni agli adulti del territorio (insegnanti, educatori, genitori, nonni, artigiani), che li hanno tradotti in manufatti;
  • una mostra finale curata da Virginia Di Lazzaro , artista scelta per il suo modo di intendere l'arte come strumento educativo ("il bello si trova nelle differenze di pelo, capelli, pelle e colore”).

La mostra è accompagnata da u n catalogo di tutti i manufatti, disponibile gratuitamente online . Qui gli animali fantastici sono divisi per caratteristiche, colori, preferenze (ci sono i "variopinti", i "lenti", i "leggeri", gli "estinti", i "fucsia") e ciascun animale ha la sua didascalia: si fa conoscere e fa conoscere al lettore il bambino che l'ha inventato, pensato e reso vivo nel suo mondo fantastico e affettivo. Dopo la chiusura della mostra, ciascun animale immaginato tornerà dal suo piccolo inventore e proprietario.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Fino al 4 dicembre a metà prezzo!