Bambini che migrano

Marco Balzano vince il premio Campiello 2015 con L’ultimo arrivato, storia dell'emigrazione dalla Sicilia a Milano di un ragazzo quindicenne. Prima di partire, il protagonista  va a salutare il maestro Vincenzo che gli regala un diario, una tavoletta di cioccolata e le buste e la carta per scrivere a chi è rimasto a casa.         

di Redazione GiuntiScuola · 13 settembre 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Storia di un'emigrazione infantile dal Sud al Nord Italia negli anni Cinquanta, L'ultimo arrivato di Marco Balzano, insegnante, poeta e romanziere, è il libro vincitore del Premio Campiello 2015. Salutato con entusiasmo dalla critica ("Balzano mostra come la letteratura sappia, e possa, parlare del mondo che ci circonda ", ha scritto Marco Belpoliti su "l’Espresso"), il romanzo è la storia di un bambino di nome Ninetto (di soprannome pelleossa) che parte dalla Sicilia e va a cercar fortuna a Milano.

C'è voglia di cambiare, di fare meglio e di stare meglio in questo ragazzino: una volta arrivato nella città che ha scelto per il suo riscatto, saprà orientarsi un po' nel mondo grazie anche a quel che ha imparato a scuola. Soprattutto, però, gli saranno utili alcuni semplici doni della figura amica del suo maestro Vincenzo: un diario, della cioccolata, delle buste per scrivere a chi è rimasto in Sicilia. Tutti strumenti per raccontare e ricordare una storia di migrazione con un po' di dolcezza : il suo punto di partenza, quello di arrivo, i momenti difficili, le consolazioni, le scoperte, un lieto fine bello e difficile come quello che accade ogni volta che si cresce, che si è in qualche modo accettati e accolti, che si scopre qualcosa di nuovo.

Per saperne di più

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!