Contenuto riservato agli abbonati io+

Alimentare l’empatia: i neuroni specchio

Giacomo Rizzolatti, neuroscienziato, spiega perché a scuola è importante condividere emozioni e non solo nozioni. 

di Redazione GiuntiScuola18 settembre 20181 minuto di lettura
Alimentare l’empatia: i neuroni specchio | Giunti Scuola

Giacomo Rizzolatti ha coordinato il gruppo di scienziati che nel 1992 ha scoperto l’esistenza dei neuroni specchio.

“Quando proviamo un’emozione la trasmettiamo anche agli altri. Questo meccanismo è innato, lo abbiamo in dotazione ma, come tutti i meccanismi biologici, può essere modificato
dall’esperienza”.

“A scuola è fondamentale alimentare l’empatia, che non vuol dire essere buoni, ma capire gli altri e cercare di trasmettere agli altri che tu credi nella cosa che fai...”.