A presto!

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [B4YCG6X6] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [2IUJZ8J6] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [NWZQTMKU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Vi auguriamo una felice estate, salutandoci con le ultime vostre rime!

2013_giugno_frutta tropicale

Stefania Iacopucci ha così giocato con la filastrocca "Andai al mercato":

ANDAI AL MERCATO
A COMPRARE UNA CINTURA
E LA FORMICUZZA
MI SALTA SULLA CAPIGLIATURA

 

 

Un anonimo si è divertito a creare un altro tipo di poesia abbinando oggetti e parti del corpo: 

HO UN MARTELLO NEL CAPELLO
UNA FORBICE NEL POLLICE
UNA BOTOLA NELLA ROTULA
CHE SI APRE E POI SCOMPARE
C'È CHI SCENDE E POI RISALE
UNA SPATOLA SULLA SCAPOLA
UN CHIODINO SUL PIEDINO
UNA PINZA SULLA PANZA
UN BULLONE SUL TALLONE
TUTTI INSIEME A FAR CHE COSA
UN BEL NIENTE IN NESSUNA POSA!

Ci rivediamo a settembre: partiremo dall'India per un divertente viaggio intorno al mondo.
Non mancate!

ANDAI AL MERCATO
 A COMPRARE UN GELATO...
 ...DAL BLOG DI ANTONIO
 SALUTI AL PINZIMONIO!


Scarica la musica della filastrocca "Andai al mercato"

ANDAI AL MERCATO
(Canzone popolare del Brasile – Titolo originale: Fui ao mercado)

La canzone, conosciuta in tutto il Brasile anche come “Formiguinha”, narra di una formica che si sposta da una parte all'altra del corpo di una persona mentre fa la spesa.
Nella tradizione brasiliana i bambini mimano la canzone e scuotono la parte del corpo che viene via via nominata.
Nel nostro adattamento, proponiamo questa canzone tradizionale come “tenerezza ludica”: si recita (o si canta) il testo e durante il ritornello l'insegnante o un bambino va a fare agli altri il solletico nella parte del corpo menzionata (ad esempio, se la filastrocca dice “ma la formicuzza mi salta sulla mano”: il solletico va fatto sulla mano). Si ripete più volte il ritornello fino a quando è stato fatto il solletico a tutti i presenti.
Le parti del corpo menzionate fanno rima con frutta o verdura di stagione rispetto al mese in cui viene pubblicato il calendario.
Quando siamo a metà anno, ovvero quando abbiamo più strofe a disposizione, possiamo proporlo anche come “canto a ballo”, cioè cantando una strofa dopo l'altra, mimandole e scuotendo la parte del corpo nominata.

Riferimento bibliografico:
Lerasle M., All'ombra della papaia. Il Brasile e il Portogallo in 30 filastrocche, Mondadori, Milano 2003

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola