A tu per tu con l'esperto

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [71T7V55I] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [TAEX8BL6] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [B28RWM6P] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"Carta del docente": istruzioni per l'uso

In attesa delle disposizioni definitive per l'anno 2019/2020, ecco quali sono le modalità di utilizzazione delle somme ancora spendibili. Di Paolo Bonanno

“Fai come me”: i giochi di imitazione

A tutti i bambini piace imitare quello che fanno gli altri, adulti o compagni. Il gioco simbolico si basa proprio sul ripetere comportamenti e abitudini che hanno visto. Di Gianfranco Staccioli

La fiducia nei bambini, un sentimento che “si sente e si dà”

Essere disponibili a credere che “quel” bambino può farcela è un modo per aiutarlo a sviluppare stima e fiducia in se stesso: due sentimenti che aiutano a “sollevare” il mondo anche nei momenti più difficili della vita. Di Marcella...

Bambini nella galleria d'arte: guardare è un atto creativo

Che grande occasione poter ammirare le opere dal vivo, emozionarsi di fronte adun quadro. I bambini osservano, commentano e si immedesimano. Di Anna Lisa Di Giacinto

Ferie: cosa significa essere "a disposizione"?

Chiariamo le perplessità di una lettrice: il senso è quello di dover svolgere eventuali attività programmate nel Piano dell’offerta formativa e nel piano annuale delle attività o di dover rispondere ad eventi di natura eccezionale. Di Paolo Bonanno

Lo spazio dell'attesa

Nella relazione educativa lo spazio dell’attesa è il tempo che si concede ai bambini per trovare soluzioni, sviluppare apprendimento e crescita. Di Marcella Dondoli

Inclusione e Buona Scuola, quali novità?

Il Consiglio dei Ministri al momento ha approvato, come si dice tecnicamente, un provvedimento “in prima lettura” sulla modifica del decreto 66/2017: per un'analisi puntuale è necessario che venga depositato in Parlamento. Di Paolo Bonanno

I bambini piccoli, quando giocano, non hanno bisogno di competere

“Le rane nello stagno”, un gioco con regole malleabili, per una “cittadinanza attiva” da acquisire attraverso le emozioni e il piacere. Di Gianfranco Staccioli

Professoressa sospesa a Palermo: un atto che solleva grande perplessità

I dubbi, legittimi, di una lettrice: estendere il dovere di vigilanza anche sui contenuti di un'elaborazione derivante da un’attività didattica appare decisamente una scelta arbitraria. Di Paolo Bonanno

Un paniere di parole buone a scuola

Come nel bosco bisogna essere capaci di riconoscere i funghi commestibili, anche nella scuola l’insegnante incoraggiante e accogliente cerca parole buone. Di Marcella Dondoli

Dall’arte alle scienze: osservare la natura con bambini e bambine

Come Leonardo da Vinci, con la sensibilità dell’artista che guarda in profondità, guardiamo i fiori, disegniamoli... Di Anna Lisa Di Giacinto

Il valore della festa di fine anno

L’evento è l’occasione giusta per recuperare il senso delle esperienze compiute durante l'anno. Dal progetto alla preparazione, fino allo svolgimento: consigli per viverlo con gioia e cogliendone il significato. Di Anna Lia Galardini

Quando il genitore non può entrare per portare la merenda...

Un padre scrive: "Mio figlio l'ha lasciata a casa e non ho avuto modo di consegnargliela a scuola". Ma quando il regolamento viene seguito alla lettera, può capitare. Di Paolo Bonanno

successiva