"Libri per nutrire la mente": "La ridicola idea di non vederti più"

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [T6X87WVB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [7LVILRQW] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [D5XW2H7K] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

"Libri per nutrire la mente": "La ridicola idea di non vederti più"

Questa opera di Rosa Montero rappresenta un omaggio alla vita, all'amore e anche alla morte, incrociando la propria storia personale a quella di Marie Curie

"Libri per nutrire la mente": proseguiamo la raccolta, a cura della direttrice di Nidi d'Infanzia Anna Lia Galardini, con il titolo "La ridicola idea di non vederti più. La storia di Marie Curie e la mia", di Rosa Montero (Ponte alle Grazie, 2019).

Perché leggerlo? (di Anna Lia Galardini)

 

L'autrice parla di sé attraverso la vita ricca e complessa di Marie Curie, straordinario personaggio, prima donna a ricevere il Nobel e ad averlo due volte. Parte dal diario del lutto di Marie Curie per la morte del marito, a cui la legava un grande amore, per avviare un percorso ampio e intenso, che diventa un omaggio alla vita, all'amore e anche alla morte.

Di che cosa parla?

 

Nel 2009 Rosa Montero perde il suo amatissimo compagno di vita. Vorrebbe scriverne, per sublimare il dolore, ma non ha mai raccontato sé stessa nei libri. Ha sempre messo in scena i suoi sentimenti e le sue emozioni nascosta dietro i personaggi dei suoi romanzi. Mentre sta riflettendo sul da farsi, si imbatte nel diario di lutto di Marie Curie, la grande scienziata che ha perso il marito, Pierre Curie, nel 1906. Nel diario di questa donna serissima trova un urlo di dolore e di disperazione, un lutto profondo, un amore appassionato. Sente che può utilizzare il personaggio di Marie Curie, così grande e così complesso, come uno schermo su cui proiettare le riflessioni e le emozioni che giravano nella sua testa e nel suo cuore da due anni. Si immaginava che fosse una donna fredda - anche Einstein la descrive così: 'molto intelligente ma fredda come un pesce' - ma questo breve diario rivela a Rosa una Marie molto umana, appassionata e molto vicina a lei. Comincia a indagare, accumula documentazione: fotografie, biografie, lettere, per tentare di comprendere il mistero di Marie, e più si immerge nella sua vita e più percepisce risonanze con la sua. Le storie di Marie e Rosa si intrecciano in questo omaggio alla vita, all'amore e, perché no, anche alla morte (da www.giuntialpunto.it).

"Libri per nutrire la mente"

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola