"Positivitybox": quando da un’idea social si lavora per competenze

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [25LFV1PS] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [FNCDCGTJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [CWAP8RHJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

"Positivitybox": quando da un’idea social si lavora per competenze

L'esperienza di alcune classi che sono state selezionate da The Bright Side per affrontare in classe il tema dell'ecologia e di Agenda 2030. Di Giulia Falcone

Positivitybox01

Un percorso entusiasmante alla ricerca delle buone notizie: è quello di TheBrightSide, team attento alla forza della condivisione che ha selezionato, tra gli altri, l’IC di Cerisano (Cosenza), le classi VA e VB.

Gli alunni, giovani cronisti, Salgari in erba, piccoli Verne e fantastici Calvino, hanno raccolto positivitynews, registrato video, disegnato e inventato slogan, poster e lapbook facendo esplodere la positivitybox di fantasia e creatività. Le buone notizie sono state ricercate online grazie ad un lavoro di brainstorming sul tema scelto da The Brightside per tutto il mese di gennaio 2019, l'ecologia e Agenda 2030. I ragazzi hanno letto e scelto notizie postate da molte testate locali, nazionali e internazionali, provenienti, tra gli altri siti, da WWF, Legambiente Greenreport.

Ogni alunno ha poi portato in classe le notizie e le ha discusse in gruppo: un cooperative learning positivo. Le news hanno trovato posto nella positivitybox, uno spazio metaforico posto al centro dell’attenzione di tutta la scuola e, infine, sono state riassunte e narrate attraverso la scrittura sintetica, l’esposizione orale e tramite la personale fantastica creatività, quella di ciascun alunno. Siamo di fronte a un approccio per competenze cadenzato dalle infinite possibilità relazionali offerte dai social media.

La tematica ecologica è stata orientata ad Agenda 2030, un utilizzo cosciente e assennato delle risorse ambientali: la registrazione dei BrigthTG, tutti online all’interno della pagina Facebook di Positivitybox, sull’account Twitter di VAVB, sul canale Youtube. E, ancora, la voce dei ragazzi ha trovato ospitalità nelle registrazioni trasmesse da Radio24: le loro didascalie sintetiche hanno “lanciato” news e commenti on air.

A fine mese la conoscenza con la troupe di TV2000 e il suo giornalista reporter, Giorgio Brancia: è stato registrato un contributo in classe per tutta la mattinata e ci hanno dedicato due spazi giornalistici all’interno del programma L’Ora Solare di Paola Saluzzi. Importante anche collegamento con la radio giornalista Raffaella Aquino che ha ospitato in diretta insegnanti e bambini all’interno del suo spazio SoundCafè per Radio Sound Cosenza. Quasi cinquanta le notizie commentate e gli elaborati prodotti, grande la risonanza mediatica anche della carta stampata e online locale. Entusiasmanti i riscontri social dei post Facebook, dei Twitter e dei brightTG: moltissime visualizzazioni hanno accompagnato tutti I contributi, quasi tremila su Facebook.

Particolarmente soddisfatti i docenti, Giulia Falcone e Carmelo La Neve: un percorso intenso, inclusivo e per classi aperte. Un nuovo modo per mantenere alta la motivazione e per intendere le competenze linguistiche e social. Orgogliosa la dirigente Concetta Nicoletti che, all’interno di un suo contributo si augura che il futuro possa essere connotato dal valore dei processi educativi più sentiti e condivisi.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Giulia Falcone: 11 Giugno 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola