Prove Invalsi: precisazioni per lo svolgimento da parte di allievi con bisogni educativi speciali

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [8SS1BN6Q] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [58W1JPLG] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [8MFGCZPL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Prove Invalsi: precisazioni per lo svolgimento da parte di allievi con bisogni educativi speciali

Alcune precisazioni in merito alle prove INVALSI per gli allievi con bisogni educativi speciali.

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
foto_bonanno_marzo2014

Foto di Valentina Irene Klasen.

Con una nota congiunta pubblicata sul sito INVALSI il 18 febbraio 2014, il MIUR e l’Istituto per la valutazione hanno precisato le modalità di partecipazione alle Prove Invalsi 2014 degli allievi con bisogni educativi speciali (BES).

In alcuni casi, come indicato da una tabella riportata nella nota in questione, la decisione circa lo svolgimento delle prove è lasciata alla valutazione dell’istituzione scolastica.
La tipologia del bisogno educativo speciale dovrà essere segnalata sulla maschera elettronica per la raccolta delle informazioni di contesto individuali e in quella per l’inserimento delle risposte dell’allievo alle prove, secondo modalità operative che saranno indicate dall’INVALSI con una specifica nota esplicativa.

Per le scuole che ne facciano richiesta all’atto della registrazione saranno messe a disposizione le prove in formato audio per l’ascolto individuale in cuffia.

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola