Decreto sulla valutazione degli alunni

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [FGS7HHFF] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [LSWV9D7I] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [FRYK5M6W] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Decreto sulla valutazione degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado.

Decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 122

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 19 agosto 2009 il regolamento con il quale è stato effettuato il coordinamento delle disposizioni fino ad ora vigenti in materia di valutazione degli alunni, e sono state introdotte nuove disposizioni applicative in materia.

Con il decreto del Presidente della Repubblica del 22 giugno 2009, n. 122, vengono ora confermate e definitivamente legittimate tutte le disposizioni dettate con alcune circolari ministeriali (…) che hanno trovato attuazione già nel corso dell'anno scolastico 2008-2009.

Il provvedimento dispone, per quanto riguarda la scuola primaria, che la valutazione periodica e finale degli apprendimenti sia effettuata dal docente ovvero collegialmente dai docenti contitolari della classe, mediante l’attribuzione di voti espressi in decimi e illustrata con giudizio analitico. I voti numerici attribuiti nella valutazione periodica e finale, sono riportati anche in lettere nei documenti di valutazione degli alunni.

Il regolamento dispone altresì che l'ammissione o la non ammissione alla classe successiva, in sede di scrutinio conclusivo dell'anno scolastico, presieduto dal dirigente scolastico o da un suo delegato, è deliberata secondo le disposizioni di cui agli articoli 2 e 3 del decreto-legge, senza fare alcuna distinzione tra la scuola primaria (nella quale non esiste lo scrutinio) e la secondaria di primo grado.

In ogni caso il decreto-legge 137 dispone all'articolo 3, comma 1-bis, che nella scuola primaria i docenti possono non ammettere l'alunno alla classe successiva, con decisione assunta all'unanimità solo in casi eccezionali e comprovati da specifica motivazione.

Nel caso in cui l'ammissione alla classe successiva sia comunque deliberata in presenza di carenze relativamente al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento, la scuola provvede ad inserire una specifica nota al riguardo nel documento individuale di valutazione di cui al comma 2 ed a trasmettere quest'ultimo alla famiglia dell'alunno.

Anche per questo ordine di scuola l'articolo 8 del regolamento prevede la certificazione delle competenze, che dovrà essere effettuata attraverso i modelli che saranno apporvati con appositi provvedimenti ministeriali.

La valutazione dell'insegnamento della religione cattolica è espressa senza attribuzione di voto numerico. I docenti di sostegno, contitolari della classe, partecipano alla valutazione di tutti gli alunni. Qualora un alunno con disabilità sia affidato a più docenti del sostegno, essi si esprimono con un unico voto. La valutazione del comportamento degli alunni è espressa nella scuola primaria dal docente, ovvero collegialmente dai docenti contitolari della classe, attraverso un giudizio, formulato secondo le modalità deliberate dal collegio dei docenti, riportato nel documento di valutazione.

22/06/2009

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola