Registro elettronico, la compilazione tardiva non è possibile

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [J81M5JLW] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [FE4XVUWV] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [NXAV6LPC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

L'andamento quotidiano dell'attività didattica deve essere registrato in tempo reale e non si può intervenire successivamente. Di Paolo Bonanno

grafica bonanno risponde a norma di legge definitivo

Il nostro preside ha chiuso il registro elettronico prima degli scrutini, rifiutandosi di riaprirlo, impedendo ad alcune colleghe di inserire i voti il giorno degli scrutini come eravamo abituati con la vecchia dirigenza. Le chiedo se ciò è nella norma.

Giulia

Una volta adottato, il registro elettronico – che ancora non è obbligatorio in via generale, in mancanza dei provvedimenti attuativi che il MIUR deve ancora emanare malgrado il termine previsto dall’articolo 7 del decreto-legge 95/2012 – costituisce un documento pubblico che attesta l’andamento quotidiano dell’attività didattica. Esso quindi deve essere compilato in tempo reale e non ne può essere consentita una compilazione successiva o tardiva.

Se il dirigente ha agito sulla base di quanto specificato dai provvedimenti degli organi collegiali che hanno condotto all’adozione del registro non gli si può imputare alcun abuso di potere: in difetto sono i docenti, che non hanno rispettato i compiti connessi alla compilazione del documento elettronico.

Scrivimi e chiarirò i tuoi dubbi

Avresti piacere ad avere una risposta chiara alle tue perplessità come questo insegnante? Basta scrivere una mail a vitascol@giunti.it o scuolainfanzia@giunti.it mettendo nell'oggetto "Rubrica A Norma di Legge" indicando la propria domanda (massimo 400 battute per essere presa in considerazione) da porre. Nel giro di alcuni giorni ti sarà data risposta sulla mia pagina blog dedicata.

Il servizio è riservato agli abbonati. Assieme alla domanda, nella richiesta per mail, è dunque necessario inserire anche il codice di abbonamento alle riviste La Vita Scolastica e Scuola dell'Infanzia.

Onde evitare spiacevoli equivoci, porrò dei limiti relativi alle richieste sul tema della previdenza: niente calcoli individuali, ma solo chiarimenti sulla normativa pensionistica, per non creare inutili aspettative in chi segue il blog.

  

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola