Libri di testo per gli alunni meno abbienti: ecco le agevolazioni del prossimo anno

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [4CTPWUDG] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [NRCPTKLG] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [KHJVUT2A] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Libri di testo per gli alunni meno abbienti: ecco le agevolazioni del prossimo anno

103.000.000 euro: questa la somma destinata dal Miur per la fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo a favore degli alunni meno abbienti. Disponibile la ripartizione della somma per regioni.

Libri di testo

La legge 23 dicembre 1998, n. 448 ed in particolare, l’articolo 27, ha stabilito finanziamenti per la fornitura gratuita, totale o parziale, dei libri di testo a favore degli alunni meno abbienti delle scuole dell’obbligo e secondarie superiori.

Con il decreto prot. 589 del 14 luglio 2014 del Direttore della direzione generale per lo studente, il MIUR ha disposto la ripartizione tra le Regioni, per l’anno scolastico 2014/2015, della somma complessiva di € 103.000.000, ai fini della fornitura dei libri di testo in favore degli alunni meno abbienti delle scuole dell’obbligo e secondarie superiori, per il corrente esercizio finanziario 2014, sulla base delle tabelle A ed A/1, allegate al decreto.

Per saperne di più

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola