Modalità operative nuovo curricolo 2007

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [6UK97N3B] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [A553I48N] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [IT1G54R9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Modalità operative per la realizzazione della fase di prima attuazione delle nuove indicazioni per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione.

Direttiva n. 68 del 3 agosto 2007

Ministero della Pubblica Istruzione

Sono state emanate le nuove indicazioni per la Scuola dell’infanzia e per il Primo ciclo d’istruzione. Il documento è allegato al decreto ministeriale 31 luglio 2007 e accompagnato da questa direttiva. Sono provvedimenti con i quali vengono dettate le disposizioni per l’avvio del periodo sperimentale di applicazione delle Indicazioni per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione.

Queste tracciano le linee e i criteri per il conseguimento delle finalità formative e degli obiettivi di apprendimento per la Scuola dell’infanzia e del Primo ciclo, in sostituzione delle precedenti Indicazioni proposte transitoriamente alle scuole negli anni scorsi.

Questa direttiva ha dettato le modalità operative per la realizzazione della fase di prima applicazione delle Indicazioni. Le scuole sono chiamate fin da quest’anno scolastico 2007-2008 a elaborare i curricoli di studio, tenendo conto delle nuove Indicazioni, secondo una metodologia operativa di studio e di approfondimento, accompagnata da flessibilità e gradualità di applicazione.

La fase iniziale, riferita al periodo settembre-dicembre 2007, ha gli specifici obiettivi:

  • di far conoscere al personale docente e dirigente le nuove Indicazioni, nel loro contenuto, nei loro fondamenti e nella loro articolazione;
     
  • di promuovere la diffusione della conoscenza delle Indicazioni anche tra i genitori;
     
  • di assistere le scuole nella prima e graduale messa in pratica delle Indicazioni;
     
  • di far emergere le domande di formazione che dovranno guidare gli interventi successivi;
     
  • di cogliere le aree di innovazione e individuare le scuole disponibili a diventare punti di riferimento;
     
  • di realizzare un puntuale monitoraggio sulle condizioni da garantire per rendere possibile la piena efficacia delle Indicazioni nel medio e lungo periodo e per fornire alle istituzioni scolastiche le risorse e gli strumenti necessari.

In questa fase importante di avvio che si svilupperà nel corso del 2007, sono previsti interventi degli Uffici scolastici territoriali, il coinvolgimento dell’Invalsi per il monitoraggio e la valutazione, un piano di ricerca da parte della Agenzia nazionale di sostegno dell’autonomia e, presso il Ministero della Pubblica Istruzione, l’attivazione di un apposito gruppo di coordinamentonazionale con il compito di accompagnare la fase iniziale, nonché gruppi di coordinamento regionali, istituiti dai direttori regionali, e unità operative di sostegno progettuale e organizzativo a livello provinciale.

Questi ultimi costituiranno i nuclei di supporto, che costituiranno nel biennio i termini di riferimento e i punti di contatto e incontro per le scuole, per i diversi soggetti coinvolti (enti locali, agenzie culturali e sociali operanti sul territorio).

Nella primavera del 2008, dopo la fase di iniziale accompagnamento, è prevista una consultazione nazionale nelle scuole per la raccolta sistematica e ragionata di commenti, riflessioni e proposte scaturite direttamente dall’esperienza degli insegnanti.

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola