Scherzo o cyberbullismo?

Scherzi in rete: quando smettono di essere divertenti e diventano qualcosa di assai spiacevole e grave? Paolo, a causa di un compito in classe, e Pietro, per una semplice foto, hanno forse superato questo confine. Di Teo benedetti e Davide Morosinotto

di Redazione GiuntiScuola · 05 luglio 2016
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
4 min read

Cyberbullismo e complici

Il caso

Nel gruppo whatsapp della seconda B volano parole grosse, oggi. Paolo ha deciso di accanirsi contro Alessandro perché "non gli ha passato il compito". Gli altri compagni assistono allo scambio di offese senza intervenire, in attesa che la litigata si plachi. Ma il battibecco prosegue per giorni, e Paolo inizia a tormentare il compagno anche via chat privata, con offese e minacce.

Consigli

Il cyberbullismo può nascere in molti modi, e può essere "volut

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!