Mario Lodi, don Milani e la scrittura collettiva 

Nell’estate del 1963 Mario Lodi si recò a Barbiana a conoscere un prete strano. Quell’incontro, di soli due giorni, costituì un punto di svolta nella didattica di Lorenzo Milani riguardo alla scrittura collettiva, che fu a fondamento della composizione delle sue famose lettere. Di Franco Lorenzoni.

di Redazione GiuntiScuola · 16 maggio 2017
0

REGISTRATI ACCEDI

0
11 min read

Uno figlio di impiegato, l’altro di possidente agrario, uno di cultura padana e contadina, l’altro cittadino di Firenze e altoborghese. Uno di tradizione laica e socialista, l’altro di famiglia ebraica, convertito ad un fervente cattolicesimo. Uno sosteneva che per educare alla Costituzione era necessaria la parola gentile, l’altro forgiava frasi affilate e contundenti, che per tutta la vita ha scagliato con veemenza. Uno morì a 92 anni, al termine di una

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it