La scuola italiana e il "collaborative problem solving" (che non c'è)

L'Italia esce male dai rilevamenti OCSE: la capacità di lavorare insieme dei nostri ragazzi è molto bassa. Dobbiamo rivedere un certo modo di fare scuola? Di Mario Maviglia. 

di Mario Maviglia · 18 gennaio 2018
0

REGISTRATI ACCEDI

0
7 min read


Il 21 novembre 2017 è stato presentato il rapporto dell’Ocse contenente i dati sul “collaborative problem solving” , ossia la capacità di interagire con gli altri "condividendo sforzi e conoscenze per raggiungere la soluzione", i

Scopri io+, l'abbonamentoal nuovo ambiente digitale giuntiscuola.it