Educazione affettiva a scuola: un'esperienza

Uno dei registi del film "Educazione affettiva", Clemente Bicocchi, e i suoi protagonisti, ci raccontano com'è nata e com'è stata vissuta questa esperienza, sottolineando l'importanza dell'educazione affettiva a scuola.

di Redazione GiuntiScuola · 24 settembre 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
1 min read

Perché è importante l' educazione affettiva a scuola ? Cosa lascia questa esperienza nei bambini, adesso adolescenti, che l'hanno vissuta? A queste domande rispondono i protagonisti del film di Federico Bondi e Clemente Bicocchi Educazione affettiva. Crescere a scuola.

" Educazione affettiva è la storia di una crescita, l’attraversamento di un lento e naturale distacco di un gruppo di bambini di quinta elementare , scandito dai rituali, le ansie, le paure che accompagnano questi momenti: è il passaggio dall’età dell’infanzia a quella dell’adolescenza .

Il documentario mostra come alla base del rispetto dei diritti umani e della crescita della persona vi sia l’educazione allo sviluppo affettivo ed emotivo del bambino e di quanto questa sia parte integrante della sua istruzione primaria, anche nella scuola pubblica.

Fare scuola (in particolare qui si parla di scuola elementare) significa soprattutto ascoltare, amare, educare al rispetto di sé e degli altri e accompagnare il bambino alla conoscenza di se stesso e del mondo, dandogli gli strumenti per affrontare il futuro.

Il film intende contribuire a diffondere l’esperienza educativa di questa classe e incentivare la trasmissione di valori universali quali la dignità del bambino e dell’uomo e mostrare come un’educazione di questa tipologia possa favorire la liberta d’espressione, la democrazia e la pace." (Tratto da: www.educazioneaffettiva.com )

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!