Robotica Educativa con LEGO WeDo

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [QRD57JQY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [IZMSCLDR] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [GYWGAM4D] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

Nuova puntata dello speciale sulla Robotica Educativa curato per noi da Michele Baldi. Oggi proponiamo alcune attività con Lego WeDo e diamo una bella notizia: è disponibile da pochi giorni una nuova versione di questro strumento su ScuolaStore.

DSC02589

Facciamo?

Se con i piccoli e con i bambini a cavallo tra scuola dell'infanzia e primaria possiamo utilmente fare esperienza con Bee-Bot, con gli alunni di II e III delle scuole primarie possiamo iniziare a costruire oggetti programmabili con l’utilizzo di WeDo (facciamo). Nei percorsi formativi che ho seguito direttamente con la collaborazione dei docenti, gli alunni hanno costruito e programmato oggetti divertenti e hanno imparato anche argomenti che difficilmente si trattano in classe, approfondendo matematica, scienze e tecnologia. Ecco qualche esempio.

Ruta piccola, ruota grande... demoltiplica!

Dopo aver realizzato questa semplice costruzione, simile a quella che vedete sotto:

abbiamo avviato una discussione...

  • Come girano le due ruote?
    - Gli alunni fanno delle ipotesi… poi verificano praticamente che le rotazioni sono orarie o antiorarie a seconda del verso iniziale del motore!!
    - Osservano anche che la ruota più piccola gira più velocemente, la grande più lentamente in direzione opposta.
    - Vedono che la ruota dentata piccola ha 8 denti e la grande 24 denti.
    - Siccome la ruota piccola è collegata al motore, la ruota grande gira meno velocemente e si ha una riduzione della velocità.
    - Anche senza effettuare calcoli gli alunni si rendono conto immediatamente della differenza di velocità sulle due ruote e poi possono riflettere sulla quantità della riduzione della velocità effettuando i calcoli indicati.
  • Ma di quanto la ruota piccola gira più velocemente della grande?
    - Deve fare 3 giri mentre la grande ne fa 1. Infatti 24: 8 = 3

Giri di trottola

Abbiamo costruito una trottola (funzionante).

Abbiamo fatto varie proposte, cambiando ogni volta la le ruote dentate sulla trottola e sull’impugnatura. Poi abbiamo preparato una tabella dove sono state registrate più misurazione dei  tempi di rotazione in secondi (con un cronometro).

Ecco le domande fatte agli alunni

  • Per quanto tempo ruota la trottola quando l’impugnatura ha una ruota di 24 denti e la trottola una da 8 denti?
    Parecchi secondi (9-10). Infatti la trottola aumenta la velocità data dall’impugnatura.
  • Per quanto tempo ruota la trottola quando l’impugnatura e la trottola hanno entrambe una ruota di 24 denti?
    Pochi secondi (4) la trottola ruota per un tempo inferiore rispetto al primo caso perché la velocità della trottola è uguale a quella dell’impugnatura.
     
  • Per quanto tempo ruota la trottola quando l’impugnatura ha una ruota di 8 denti e la trottola una da 24 denti?
    Pochissimi secondi (2) la velocità di rotazione è inferiore a quella dell’impugnatura.

L’esperienza mostra immediatamente agli alunni come varia la velocità di rotazione della trottola e insieme al docente si possono studiare in modo più approfondito gli ingranaggi e i relativi movimenti.

Come si presenta Il kit LEGO WeDo

Ecco il kit Lego WeDo

Presenta attività introduttive (molto utili per apprendere il funzionamento dei motori, delle ruote dentate, e capire come funzionano i blocchi di programma)

Le 12 attività principali sono suddivise per ambiti disciplinari (Tecnologia, Scienza, Matematica, e Linguaggio).

 

Il software LEGO WeDo è molto semplice e intuitivo, grafico, con icone che si possono spostare e collegare per creare programmi.

Esempio di un programma:

Per saperne di più

Per  vedere le attività svolte dagli alunni in classe, vai su www.mondodigitale.org alla voce Risorse - Manuali di Corso e scarica l’e-book “Primi percorsi e giochi interattivi” è un manuale completo di video realizzato con gli alunni per imparare a usare Lego WeDo.

Novità!

Da pochi giorni è uscita la nuova versione Lego WeDO 2.0, adatta anche ad alunni più grandi, di IV o V primaria. La principale novità di questa versione è che finalmente tutte le costruzioni diventano indipendenti dal computer (ovvero è possibile costruire degli oggetti per farli muovere senza essere collegati con il cavo usb). Ecco un video di presentazione di questa nuova risorsa, disponbile anche su ScuolaStore.

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola