“Educare alla lettura”, il Cepell finanzia progetti di promozione

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [2L9FKAH4] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [9UDW678I] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [PI7LI7TK] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

“Educare alla lettura”, il Cepell finanzia progetti di promozione

In totale 495mila euro da destinare a 15 progetti. Domande da presentare entro il 5 novembre

lettura libro insegnante

Il Cepell, Centro per il libro e la lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ha stanziato un finanziamento totale di 495mila euro al sostegno di progetti di sviluppo e la sperimentazione di didattiche rivolte alle scuole di ogni ordine e grado per l’elaborazione di percorsi di studio e formazione sulla centralità della lettura e della letteratura. Lo fa tramite il bando “Educare alla lettura” con scadenza il prossimo 5 novembre, pubblicato sul sito del Cepell lo scorso settembre.

“Il bando – si legge in premessa – si propone di sensibilizzare gli insegnanti sull’importanza della Literacy in lettura, intesa come capacità di un individuo di ‘comprendere e utilizzare testi scritti, riflettere su di essi e impegnarsi nella loro lettura al fine di raggiungere i propri obiettivi, di sviluppare le proprie conoscenze e le proprie potenzialità e di essere parte attiva nella società’ (OECD, 2013), provvedendo inoltre a fornire un aggiornamento sui temi della letteratura giovanile, che rappresenta oggi un settore editoriale in forte crescita quantitativa e qualitativa”.

Saranno in tutti quindici i progetti individuati dalla commissione esaminatrice, con comune denominatore la creazione di una rete territoriale tra ambienti di promozione culturale (scuole, biblioteche, librerie, eccetera) e la condivisione di intenti tra gli operatori coinvolti. Ovviamente saranno i libri a farla da padrona e la loro presenza, durante le attività, deve essere garantita.

Il Cepell ha inoltre deciso di privilegiare quei progetti, anche interregionali, che saranno promossi in Campania, Calabria, Puglia, Basilicata, Sardegna e Sicilia “considerato – riporta il bando stesso – che i dati statistici indicano percentuali di lettura particolarmente basse nelle regioni del Sud”.

Il bando del Cepell è scaricabile cliccando qui

9 Ottobre 2018 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola