L’album della classe: l’italiano L2 per competenze

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [U9PNEW4L] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [D6TN3ZYY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [85M7L1VP] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)

Dal Convegno "A scuola nessuno è straniero": educazione interculturale e l’italiano L2 per competenze.

2012_marzo_album

Dal Convegno "A scuola nessuno è straniero" dello scorso 30 settembre proponiamo un estratto dell'intervento di Stefania Ferrari (Università di Modena e Reggio Emilia) sull’italiano L2 per competenze.

La scolarizzazione degli alunni immigrati è caratterizzata da almeno due nodi problematici: il successo scolastico e la scelta tra i diversi indirizzi al termine della scuola dell’obbligo.

Riguardo al primo problema, il confronto tra gli studenti italiani e immigrati rileva come l’esito scolastico di questi ultimi sia costantemente inferiore in tutti gli ordini di scuola.

Riguardo al secondo problema, gli alunni immigrati sembrano preferire gli istituti professionali in percentuale più che doppia rispetto agli italiani. Questo dato suggerisce il rischio di segregazione o di svalutazione non solo dell’istituto scolastico ma anche delle potenzialità dello studente di madrelingua non italiana. 

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola