CLIL e sistema solare: "scaffolding" per sostenere l'apprendimento

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [2NBURAMS] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [2N22VZLP] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [3JUYE278] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

CLIL e sistema solare: "scaffolding" per sostenere l'apprendimento

Le "impalcature" di Bruner come strategie da utilizzare in classe: Verbal scaffolding, Content scaffolding, Learning process scaffolding. Di Paola Traverso.

traverso clil inglese sistema solare 2

The stars give a light,
You may play at any game
At ten o' clock at night.

La Terra, il Sole, le stelle e la Luna da sempre hanno affascinato pensatori, poeti e bambini. Non a caso in molte nursery rhymes  (un esempio in questo video) si ritrovano questi elementi:

Twinkle, twinkle, little star.
How I wonder what you are.
Up above the word so high.
Like a dimonmd in the sky...
... And you never shut your eyes
Till the sun is on the sky.

Se da un uso estetico si vuol passare ad un uso veicolare della lingua inglese, è possibile affrontare interrogativi di tipo più scientifico? Quali stategie deve mettere in atto un docente per rendere i contenuti accessibili?
Una possibile risposta è racchiusa nel concetto di scaffolding (impalcatura), impiegato in campo educativo da Bruner. Lo studioso ha usato questo termine come metafora per indicare le strategie di sostegno che una persona esperta (tutor, insegnante, educatore, genitore) offre ad un bambino o a qualcuno di meno esperto per agevolare l'apprendimento, risolvere un compito e raggiungere un obiettivo.
In ambito CLIL, è possibile utilizzare tre tipi di scaffolding, come viene riassunto nella tavola 14 della Teacher's Guide on CLIL Methodology in Primary Schools :
Verbal scaffolding, che è mirato ad offrire un sostegno linguistico in termini di parole e frasi chiave, fornire un aiuto pratico per superare il gap tra quello che uno studente è in grado di dire e quello che vuole dire.
Content scaffolding, che punta a selezionare e adattare i contenuti linguistici in base al livello cognitivo dei bambini, partendo dalle conoscenze ed esperienze pregresse, dagli interessi personali degli allievi.
Learning process scaffolding, che ha lo scopo di fornire strumenti per facilitare l'apprendimento ed imparare ad imparare come ad esempio l'utilizzo di graphic organisers.
Per fornire alcuni esempi pratici, facciamo riferimento all'unità di lavoro sul Sistema solare elaborata dai docenti che hanno partecipato al progetto CLIL4Children (per l'Italia la scuola Aldo Moro di Terni e la D.D. di Todi). Per introdurre l'argomento facendo leva su esperienze pregresse, interesse e motivazione (content scaffolding) gli insegnanti hanno pensato ad un'attività pratica per far riflettere che il sistema solare non è qualcosa di lontano e distante, ma anche noi (che apparteniamo ad una certa scuola, di una certa città, di un certo paese, in Europa, sulla Terra) facciamo parte del sistema solare. Gli studenti hanno così sistemato su di una serie di cerchi concentrici, progressivamente sempre più grandi, i vari elementi di appartenenza e di caratterizzazione di un ambiente.

In una fase successiva, per introdurre le parole chiave della lezione (verbal scaffolding), ossia il nome dei pianeti, è stata utilizzata una canzone. Per consolidare il nome dei pianeti è stata proposta un'attività di ascolto della canzone abbinata alla compilazione di una rappresentazione grafica del sistema solare (learning process scaffolding) e per facilitare la comprensione del concetto che “All planets revolve around the Sun along their orbits and also spin” gli studenti sono stati invitati a mimare il movimento di rivoluzione dei pianeti intorno al sole e di rotazione intorno a se stessi.

Successivamente sono state presentate le caratteristiche di ogni pianeta e il loro ordine rispetto al sole. 

Sono inoltre stati introdotti alcuni elementi geografici della terra come mountains, volcano, canyon, river, lake, waterfall, sea, ocean. 
Per esaminare meglio i vari passaggi attuati durante la lezione, si può scaricare la prima parte dell'unità di lavoro Exploring the solar system (qui il documento word).
Per ulteriori approfondimente sul tema di Scaffolding language, content and learning si rimanda al volume 1 e 2 della Teacher's Guide on CLIL Methodology in Primary Schools.

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola