Pesciolino d’oro… sei un vero tesoro!

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [KNPZ64SN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [GLQ1NFRG] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [FJJIE5AP] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Giochiamo con la fiaba del Pesciolino d'oro: bastano vecchi CD e un po' di carta. 

pesciolinodoro

Procuriamoci un certo numero di vecchi CD o DVD e con questi iniziamo un divertente riciclo creativo per realizzare insieme ai bambini tanti originali e luccicanti pesciolini d’oro.
Riportiamo su un cartoncino bianco le sagome di pinne, coda e bocca, poi dopo averle colorate e ritagliate le incolliamo sul retro del CD nella giusta posizione. Completiamo il tutto aggiungendo un occhio adesivo al centro e una breve rima che trascriviamo sulla forma rotonda, utilizzando un apposito pennarello per questo tipo di superficie.

 

 

 

Pesca colorata… Pesca fortunata!

Come prima cosa creiamo i pesci, riportando sui fogli di schiuma, la sagoma stilizzata da ritagliare in più copie nei vari colori. Successivamente inseriamo una graffetta metallica sulla parte superiore di ogni pesce. Contemporaneamente dedichiamoci anche alla canna da pesca, inziando ad inserire in cima al bastoncino di legno il relativo gancio, intorno al quale leghiamo la nostra “lenza”. Con un punto di colla a caldo fissiamo, facendolo ben aderire, il magnete in fondo alla cordicella e dopo aver sistemato i pesci su un telo azzurro spieghiamo ai bambini una regola fondamentale da rispettare: con la canna da pesca ci si può far male, poiché se si agita il filo con il magnete questo può colpire la testa o parti del corpo di altri bambini, per cui occorre fare attenzione, ma una volta scongiurato il possibile inconveniente, questo gioco assicura tantissimo divertimento. I bambini, a turno, possono provare a pescare i pesci per colore, per quantità, o semplicemente per divertimento! Con due o tre canne da pesca a disposizione possiamo inserire un’altra interessante variabile, come la disputa di una gara a due o più squadre.
Materiale occorrente:
- Fogli di schiuma in colori assortiti
- Graffette metalliche
- Bastoncino di legno
- Cordicella o spago spesso
- Magnete
- Vite a gancio
- Colla a caldo

Scatta e disegna una foto-grafia…con le parole e la fantasia!

Leggiamo insieme al gruppo la filastrocca e dopo aver distribuito carta e vari materiali grafico-pittorici, proponiamo ai bambini di “scattare” un’immaginaria foto al pesciolino d’oro per realizzare con il disegno e il colore tante stravaganti raffigurazioni tutte da scoprire.

Il pesciolino giallo
C’è un pesciolino tutto giallo
che al sole brilla come il metallo,
ha gli occhi grandi, un po’ birboni
ovali e aspri come limoni,
il naso lucido a forma di pera
si vede bene anche di sera,
la bocca invece è molto strana
sembra proprio una banana,
le pinne tonde, smerlate e piccine
ricordano molto due frittatine,
la coda invece è triangolare
come un biscotto da mangiare,
per avere la sua fotografia
vola in alto con la fantasia,
metti la macchina sul piedistallo
e scatta una foto al pesce giallo!

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola