Il teatro unisce studenti e richiedenti asilo politico

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [5HLBQRTB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [X12EG42X] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [AE67F8G1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Il teatro unisce studenti e richiedenti asilo politico

Una rilettura originale della tragedia Romeo e Giulietta permette importanti temi come quello della divisione e dell'apparente difficoltà di superarla se non attraverso un tributo di sangue

foto_cortesia_orizzonti_storti01

Foto cortesia "Orizzonti Storti"

Diciassette studenti, insieme a due ragazzi richiedenti asilo politico, calcano i palcoscenici teatrali in un bel progetto di integrazione e partecipazione. Succede all'istituto “Carlo Cattaneo” di San Miniato (Pisa), dove il gruppo teatrale scolastico si è preparato nel corso dell'anno per mettere in scena un'opera dal titolo “Sulle opposte sponde”. Il gruppo è rientrato lo scorso weekend dalla rassegna di teatro scuola “Dire Fare Teatrare” a Lanzo Torinese (che si è tenuta dal 13 al 19 maggio scorsi) e lunedì 27 maggio alle 21 replicherà la propria esibizione alle 21 al Teatro Verdi di Santa Croce sull'Arno (Pisa). L'ingresso è libero.

Lo spettacolo nasce dalla collaborazione tra il “Cattaneo” e GialloMare Minimal Teatro, con il sostegno del teatro santacrocese e il supporto dell'associazione Arturo che sta seguendo i due richiedenti asilo, un nigeriano e un ghanese, facenti parte del cast. La partecipazione al prestigioso festival di Lanzo Torinese era stata ottenuta grazie a una segnalazione che il gruppo teatrale sanminiatese ottenne lo scorso anno alla rassegna regionale di Bagni di Lucca con un lavoro dedicato a Don Lorenzo Milani.

“Quest'anno ci siamo dedicati a una rilettura originale della tragedia Romeo e Giulietta – spiega Maria Teresa Delogu di GialloMare, che ha seguito i ragazzi assieme alle professoresse Alessandra Dal Canto e Perla Maestrelli – facendo emergere alcuni temi di questo grande classico shakespeariano. Su tutti quello della divisione e dell'apparente difficoltà di superarla se non attraverso un tributo di sangue”.

Questi i nomi dei ragazzi che hanno partecipato allo spettacolo: Lorenzo Amoroso, Victor Barbosa Lana Da Silva, Gabriele Bellotti, Rachele Berni, Jacopo Betti, Rachele Bianchi, Ouijdan Boudhique, Cesare Branca, Virgilio Colibazzi, Riccardo Lenti, Mathias Ledesma, Sara Marconcini, Diana Pellerito, Alessio Scali, Ilenia Viviani, Carlotta Zanoboni, Francesco Zazzaro, Elvis Owusu Elvis e Progres Oneyeme Azubulke.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

21 Maggio 2019 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola