La valutazione degli alunni non italofoni

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [I2DXFGLN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [63CEUMJL] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [4SGVH8AR] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Tre sono le parole-chiave indispensabili per discutere di valutazione degli alunni non italofoni: tempo, tappe e traguardi

bambini scuola intercultura

Sulla rivista Vita scolastica di questo mese, nell’articolo Una pausa per fare il punto, Graziella Favaro (direttrice di Sesamo) e Maria Frigo (collaboratrice di Sesamo) parlano di valutazione degli alunni non italofoni.

“Tempo, tappe, traguardi: ecco le tre parole-chiave indispensabili per discutere di valutazione degli alunni non italofoni. Vanno infatti considerati i punti di partenza diversi; il cammino compiuto; i progressi, le soste e gli inciampi lungo il percorso. Chi apprende attraverso una seconda lingua è come se fosse costantemente esposto a un insegnamento nella modalità CLIL, dal momento che lo sforzo è doppio: riguarda il contenuto e la lingua veicolare…”

Per leggere l’articolo integralmente e scaricare altri materiali, vai alla rivista Vita scolastica a questo link.
 

  

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

10 Gennaio 2020 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola