"Fotografia consapevole", al via un corso

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [9269BZN7] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [GL5RNCGY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [8ICHEYWW] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Un’iniziativa rivolta principalmente a ragazze e ragazzi, italiani e stranieri, che vivono in strutture e contesti di accoglienza: il titolo è "Abitarsi. La fotografia che ci riguarda"

corso abitarsi bologna 2019

Prende il via il 15 gennaio un laboratorio di “fotografia consapevole”. Si tratta di un’iniziativa rivolta principalmente a ragazze e ragazzi, italiani e stranieri, che vivono in strutture e contesti di accoglienza, aperta a tutti coloro che sono interessati. A promuoverla è l’associazione Arca di Noè e sarà ospitata, fino al 9 aprile, al Mercato Sonato di Bologna (via Tartini, 3). Gli incontri sono fissati ogni martedì dalle 14 alle 17 con partecipazione gratuita.

Oggetto di “Abitarsi. La fotografia che ci riguarda”, questo il titolo del laboratorio, è il tema della rappresentazione di sé, degli oggetti che ci rappresentano, degli spazi attraversati e, come recita il nome stesso, “abitati”. Si utilizzeranno vari strumenti, come macchine fotografiche usa e getta, foro stenopeico, camera oscura, anche per capire come sia cambiato il mezzo negli anni e cosa abbia trasmesso, come simbolo, nella società di ieri e di oggi.

Il laboratorio è a cura di Fiodor Fieni e condotto anche da Simona Guerra, alla quale spetterà la parte di “fotografia consapevole”, e Massimo Sciacca.

Per info e iscrizioni: 3333196903 o fiodor.fieni@gmail.com

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

7 Gennaio 2019 News

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola