Geografia sì… ma in gruppo e col PC!

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [IJLPB2L6] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [1LLFCMJ9] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [AASYXAM1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Una proposta operativa e alcuni strumenti per raccontare un Paese, mescolando modalità di lavoro cooperativo e digitale. Da sperimentare in classe. Francesca Tamanini e Romina Quaresima

Francesca Tamanini e Romina Quaresima

Come innovare lo studio di un continente, stimolando la curiosità degli alunni e migliorando le competenze di ricerca, linguistiche e di comunicazione tra pari?

L’apprendimento geografico di un continente può essere svolto differenziando le due ore settimanali di geografia in momenti diversi:

A) un’ora di ricerca sui singoli Stati tramite strumenti informatici;

B) un’ora di studio guidato delle aree geografiche del continente.

Ecco come si potrebbe procedere per rendere lo studio degli Stati più personale ed accattivante, insegnando agli alunni a utilizzare un’applicazione informatica.

Impariamo l’Europa con blendspace!

1. Nelle prime due lezioni ci si occupa di prendere accordi che possano permettere di affrontare il compito.

- Gli alunni si dividono in gruppi di tre e scelgono uno Stato sul quale effettuare la ricerca.

- Insieme si ricordano in classe gli aspetti importanti da approfondire per descrivere in modo completo uno Stato.

- Gli alunni compilano a gruppi una prima scheda sintetica sul Paese prescelto.

- L’insegnante presenta blendspace, uno strumento informatico che si presenta come un contenitore strutturato a piastrelle, che permette di inserire testi, video, link e allegati.

- Si chiede agli alunni di fare un’ipotesi di massima per decidere quali contenuti inserire nelle diverse piastrelle dell’applicazione e di condividere il progetto con l’insegnante/gli insegnanti.

2. Per quattro lezioni gli alunni lavorano in aula di informatica per la costruzione di una presentazione dello Stato prescelto, collaborando all’interno del gruppo tramite un link di condivisione.

Al termine del lavoro di ricerca, ogni gruppo nomina un capogruppo, che ha il compito di caricare il lavoro in un libro digitale comune (e-pubeditor). Il libro digitale viene caricato sulla classe digitale. Agli alunni si fornisce anche una scheda per la descrizione completa di un Paese e un link di riferimento per lo studio degli Stati.

Ogni gruppo si dedica quindi alla preparazione della presentazione e di un foglio sintetico e operativo per guidare l’attenzione dei compagni sugli aspetti essenziali: possono essere preparati testi a buchi, testi con immagini, mappe concettuali con parole da inserire, liste di domande.

3. La presentazione si svolge secondo un calendario pubblicato sulla classe digitale: ogni gruppo presenta il proprio lavoro e un alunno stende una lista dei consigli utili, tenendo un elenco delle indicazioni e osservazioni emerse durante le presentazioni. L’insegnante/gli insegnanti valutano i lavori svolti, compilando una rubrica valutativa predisposta in precedenza.

4. La lezione successiva, gli alunni della classe vengono interrogati sugli aspetti salienti degli Stati presentati nell’ultima lezione.

Provare per credere!

Gli alunni seguono le attività coltivando i loro interessi e mantenendo spontaneamente l’attenzione sul compito. Il lavoro è vario e differenziato e l’insegnante può incoraggiare lo sviluppo dell’autonomia, affiancando alunni che presentano delle richieste o che incontrano delle difficoltà. Gli apprendimenti non coprono il programma in modo sistematico, ma incoraggiano e sviluppano competenze orientate alla ricerca autonoma e di gruppo e sviluppano le competenze per un apprendimento permanente.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola