Docenti extra UE nelle Graduatorie di Istituto

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [N1KCLLK5] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [JCRKJA5U] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [3KIYF1XY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Nelle Graduatorie di Istituto 2014/2017 possono essere inseriti anche docenti non appartenenti a Paesi dell'Unione Europea. Le domande vanno presentate entro il 29 maggio 2015.

L'accesso alle risorse di questa sezione è riservato ai seguenti profili

Entra Non sei ancora registrato? Fallo ora!
Insegnanti

Il tribunale ordinario di Milano aveva sancito, con sentenza del 4 marzo 2015, la illegittimità del decreto ministeriale 353/2014 per una una precisa ragione: in violazione di alcune norme vigenti (in particolare all'art. 38 del d.lgs 165/2001) il decreto non prevedeva che potessero di chiedere l'inserimento nelle Graduatorie di Istituto i familiari di cittadini degli stati membri dell'UE che non avevano la cittadinanza di uno Stato dell'Unione (in parole povere, extra comunitari: ad esempio la moglie di un italiano con nazionalità statunitense), ma che fossero titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Così come non consentiva tale facoltà ai cittadini di Paesi terzi titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria. La decisione del tribunale aveva in sostanza accertato e dichiarato la natura discriminatoria dell'articolo 3 del DM 353, laddove non includeva tali persone tra quelle che potevano accedere alle graduatorie per il conferimento delle supplenze.

Adeguandosi a tale decisione il MIUR, con il DM 223 del 16 aprile 2015, trasmesso con la nota 11922 del 20 aprile 2015, ha modificato il decreto 335, estendendo alle categorie indicate dal giudice la possibilità di produrre istanza di inserimento nelle graduatorie di istituto, riaprendo limitatamente a tali categorie i termini per la presentazione delle domande, fissandoli nel periodo tra il 30 aprile e il 29 maggio 2015.

Con la nota 12896 sono stati trasmessi agli uffici scolastici regionali e agli ambiti territoriali provinciali i modelli utilizzabili per la presentazione delle domande. Con successivo avviso sarà data comunicazione dei termini e delle modalità per la scelta delle istituzioni scolastiche da parte degli interessati.

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola