Cultura e pedagogia

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [L6EC4I4J] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [GSNJTTR1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [4X7GKYR7] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Il bello della differenza

I bambini fanno la differenza. Un video di Bruno Bozzetto.

20 Novembre 2013

Il gioco come mezzo e come metodo

Disponibile sul nuovo "SesamOnline" un articolo di Maria Cristina Peccianti sul gioco come motore dell’apprendimento. 

Il filtro affettivo

Disponibile sul nuovo "SesamOline" un pezzo sui neo arrivati nella scuola dell'infanzia e sui rischi del "filtro affettivo". 

Italiano L2: una meta ancora lontana?

Insieme a SesamOnline, nasce un mondo denso e critico di guardare all'oggi della scuola multiculturale. Nuove Indicazioni, cattive definizioni e buone pratiche dell'Italiano L2 in un'esclusiva video-intervista a Maria Cristina Peccianti. 

Leggi e rileggi - Viaggio in Europa

Alla scoperta delle politiche, dei contesti, delle abitudini culturali e delle tradizioni familiari degli altri Paesi europei.  

Bambini di origine straniera nella scuola dell’infanzia. L’integrazione comincia dai più piccoli - Dal nostro convegno "La scuola che guarda al futuro"

Riflessioni per una scuola dell’infanzia multiculturale che operi, anzitutto, un "riconoscimento" concreto e attivo dei bambini e dei loro genitori.

Scuola e famiglie adottive: dire, fare, raccontare

Come la scuola può parlare e collaborare con le famiglie adottive? Ne abbiamo parlato con Monya Ferritti, presidente dell’associazione GenitoriChe Onlus e autrice per Giunti del volume "Il momento tanto atteso" (2011). 

A scuola nessuno è straniero? Lo stato dell’arte

Carla Ida Salviati intervista Graziella Favaro su scuola italiana, multicultura, intercultura e convivenza. Il punto sulle questioni "di contesto".

Carla Ida Salviati: 13 Febbraio 2012

Appartenere a più luoghi

Un'intercultura di "piccole cose" per la scuola dell'infanzia, attraverso una quotidianità fatta di ascolto e decentramento. Dagli atti del convegno "A scuola nessuno è straniero" (Firenze, 30 settembre).

Nima Sharmahd: 11 Febbraio 2012

Il curriculum plurilingue

Graziella Favaro, pedagogista ed esperta di intercultura, ci illustra il nuovo documento europeo sul curriculum plurilingue.

11 Febbraio 2012

Scuola dell'infanzia: un avamposto per l'intercultura

Clara Silva, ricercatrice in Pedagogia generale e sociale e docente di Pedagogia interculturale, ci parla del ruolo della scuola dell'Infanzia per il processo di integrazione dei bambini e dei genitori immigrati.

Elena Becattini: 11 Febbraio 2012

Le differenze religiose e ideologiche

Le religioni (e le ideologie intese come discorsi sul mondo e sul ruolo dell’uomo in esso) sono fenomeni che non possono non essere affrontati in una scuola laica, nello spirito del dialogo e del conflitto nonviolento.