Arte: giocare con le linee

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [UNLEH5LS] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [GFNZYTAJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [41BIN5SM] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Ispirate a Mondrian (e non solo) ecco alcune attività da fare a scuola con i bambini. Di Anna Lisa Di Giacinto 

albero rosso a confronto 1

“Nulla è più concreto e reale di una linea” (Theo Van Doesburg)

La linea della vita, che si srotola davanti a noi. Costruiamo presente, creiamo la base per il futuro, ripercorriamo il passato... Guardare avanti mentre si avvolge il nastro della nostra storia. Penso alla serie di Linee realizzate da Piero Manzoni, nastri di carta arrotolati e riposti in un tubo dotato di un’etichetta che ne riporta titolo, lunghezza, data e firma. Sono la rappresentazione del concetto di spazio-tempo, espresso nel suo divenire. In una foto l’artista srotola una Linea in una strada di Copenaghen (1960).

“Una linea è un punto che è andato a fare una passeggiata” (Paul Klee)

I bambini giocano con strisce colorate, le sovrappongono, intrecciano, fanno griglie, reticoli. Realizzano linee verticali e orizzontali con le costruzioni. Tracciano linee sulla carta, segni che percorrono il foglio. Linee sinuose, ondulate, nette, marcate, tenui, leggere… Prendiamo spunto dagli esempi del libro A spasso con una linea. Un viaggio per riscoprire il piacere del disegnare di M. Ferri, R. Pucci (Artebambini, 2018). Linee per disegnare la velocità, le abbiamo scoperte nei quadri futuristi (La città che sale di U. Boccioni): a zig zag, oblique come saette, la spirale, linee pluridirezionali. Linee che si incrociano, a raggiera per fare le stelle del cielo di Natale. Allegre, adagio, rapide, impetuose, andanti, cantabili. Una linea è una melodia. Disegniamo su spazi ampi muovendoci con la musica. https://www.segnimossi.net/en/about. La mano scorre liberamente sul foglio, tutto il corpo l’accompagna, senza l’assillo di dover necessariamente rappresentare qualcosa. Linee come estensione, prolungamento all’esterno di noi.

 

Mondrian e gli alberi

Il nostro artista di riferimento è Mondrian, la serie degli alberi dove la rappresentazione dell’oggetto va sempre più verso l’astrazione, si trasforma in armonico rapporto di linee. Rappresentiamo Albero rosso 1908-10 nel quale c’è una prevalenza di linee curve e Oceano 5, 1915, dove ci sono segmenti, bilanciamento delle forze nello spazio. Per rappresentare l’oceano usiamo una base di cartoncino giallo, il quadro inscritto in un ovale. L’uovo simbolo della vita, e dell’evoluzione. Con un pennarello nero facciamo linee, esercitiamo la mano, grafomotricità creativa!

   

  

“Fate delle linee… molte linee”

“Fate delle linee… molte linee, sia a memoria, sia dal vero”, dice Ingres a Degas. La linea che determina una figura, lo studio delle forme. Osservo le linee utilizzate dai bambini nei loro disegni, con quale fantasia, se si è arricchito l’uso. I bambini sono indirizzati verso l’innovazione non la copia, la ripetizione.

  

 

Per saperne di più

Solo con una linea… http://www.didatticarte.it/Blog/?p=2585  

2016, Bellei, Storiellinee, Fatatrac, Bologna, 2016. Tutto nasce dalla linea dell’orizzonte e poi si forma un bellissimo fiume: un segno azzurro e sinuoso che rivela subito un’amicizia con altre due linee.

2017, Lee, Linee, Corraini, 2017. Tutto inizia con una linea, poco importa se tracciata con la matita sul foglio o con la lama dei pattini sulla superficie di un lago ghiacciato. Un silent book, ci svela la dimensione giocosa del disegno, la storia di una pattinatrice che sfreccia e piroetta sul ghiaccio.

Fausto Melotti, Linee, Adelphi, Milano, 2016

Delpech e C. Leclerc, Piet Mondrian, Staccattaccal’arte, Lapis, Roma, 2012

Nigro Covre, Astrattismo, Artedossier, Giunti 2015

Nigro Covre, Mondrian e De Stijl, Artedossier, Giunti, 1990

Sanna, Hai mai visto Mondrian? Artebambini Bologna 2005

Mondrian and his studio https://youtu.be/Fv3ijtafDHk

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola