Supplente "indisciplinata", come fare?

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [AHKRGAMH] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [54R6B4GG] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [N9W3X5XQ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Se il dirigente scolastico, da parte sua, ha il dovere di intervenire, è vero anche che i docenti devono segnalare le situazioni anomale. Di Paolo Bonanno

grafica bonanno risponde a norma di legge definitivo

Nella mia sezione è presente attualmente una supplente, la quale continuerà purtroppo a prestare servizio per tutto l’anno scolastico, incapace di compiere il proprio lavoro.

Non si relaziona con i bambini e non segue le attività progettate in collegio, non rispetta le regole concordate, grida molto e lascia i bambini a se stessi. I bambini ne risentono parecchio e anche i genitori cominciano a rendersi conto del problema. Che cosa fare?
 

M.F.

È compito del dirigente scolastico intervenire nei confronti del personale che non si attiene ai doveri propri della sua funzione o che si manifesta inadatto a svolgerla. Naturalmente è compito anche di coloro che prestano servizio nella scuola segnalare al dirigente i comportamenti non corretti, che dovranno quindi essere accertati direttamente o attraverso testimonianze dei colleghi, ed eventualmente sanzionati anche, nei casi più gravi, con la risoluzione del rapporto di lavoro, prevista nei casi di persistente insufficiente rendimento (art. 55-quater del decreto legislativo 165/2001).

Scrivimi e chiarirò i tuoi dubbi

Avresti piacere ad avere una risposta chiara alle tue perplessità come questo insegnante? Basta scrivere una mail a vitascol@giunti.it o scuolainfanzia@giunti.it mettendo nell'oggetto "Rubrica A Norma di Legge" indicando la propria domanda (massimo 400 battute per essere presa in considerazione) da porre. Nel giro di alcuni giorni ti sarà data risposta sulla mia pagina blog dedicata.

Il servizio, fino al 31 dicembre 2018, sarà aperto a tutti i docenti mentre dal 2019 sarà riservato agli abbonati. Assieme alla domanda, nella richiesta per mail, sarà dunque necessario inserire anche il codice di abbonamento alle riviste La Vita Scolastica e Scuola dell'Infanzia.

Onde evitare spiacevoli equivoci, porrò dei limiti relativi alle richieste sul tema della previdenza: niente calcoli individuali, ma solo chiarimenti sulla normativa pensionistica, per non creare inutili aspettative in chi segue il blog.

   

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Condividi

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola