Buoni propositi per le vacanze

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [IXZK7312] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [MFWWLGM2] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [F61JFCYP] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
L'apprendimento e il cambiamento vanno di pari passo: considerazioni sulla fine dell'anno scolastico. Di Fabio Celi (Università degli Studi di Parma e Pisa, Centro Studi Versilia)
buoni propositi per le vacanze

È buona pratica, alla fine dell'anno scolastico, guardare i propri allievi in faccia, attentamente, uno per uno, per ricordarsi come erano otto mesi fa. Quasi sicuramente ci si accorgerà che sono molto cambiati. Se la burocrazia non rendesse tutto sempre più difficile, sarebbe stato carino fotografarli a settembre, appendere le loro immagini in un cartellone in fondo alla classe e fotografarli di nuovo adesso per mettere le foto a confronto e mostrare a tutti gli effetti del tempo che passa.

A causa delle leggi sulla cosiddetta privacy forse questo sarà proibito, ma si può fare qualcosa di simile dentro la propria testa […]. Se non si hanno a disposizione le fotografie, il confronto tra i ricordi di settembre e gli allievi che abbiamo di fronte può essere fatto anche sulla crescita comportamentale, psicologica, emotiva. Ma soprattutto questo confronto porterà a considerazioni importanti su uno dei significati più profondi del proprio lavoro di educatori, di insegnanti e di psicologi scolastici... L'apprendimento e il cambiamento vanno di pari passo.

Continua a leggere questo articolo a pagina 16 del numero 5 di Psicologia e Scuola (maggio 2019), cliccando qui.

L'accesso è riservato ai soli abbonati. Per i non abbonati c'è la possibilità di valutare la nostra offerta, cliccando qui.

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Fabio Celi: 20 Maggio 2019

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola