Strumenti digitali in età prescolare

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [ELEPFI7R] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [FKLLAKYY] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [SCAFJYZN] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Strumenti digitali in età prescolare

I pediatri italiani consigliano di non far utilizzare gli strumenti digitali ai bambini prima dei 2 anni. Dai 2 ai 5 anni possono utilizzarli per non più di un’ora al giorno. Di Giuseppe Lavenia
bambino-tablet

Gli strumenti digitali, smartphone e tablet in particolare, vengono consegnati nelle mani dei bambini già in età prescolare. Da quanto emerso da un articolo scientifico pubblicato dalla Società italiana di Pediatria sull’Italian Journal of Pediatrics (Elena Bozzola et al., 2018) i pediatri italiani hanno preso posizione sull’uso dei dispositivi tecnologici in età precoce.

L’avvertenza per i genitori è quella di non dare ai figli strumenti digitali prima dei due anni d’età. Di concedere loro un tempo di utilizzo, fino ai cinque anni, di un’ora al giorno, mentre dai cinque agli otto anni è possibile raddoppiare il tempo di fruizione, ma sempre con la supervisione di un adulto. Mai, però, durante i pasti o prima di andare a dormire e con l’accortezza di non sottoporre mai loro contenuti violenti.

La tecnologia, in sostanza, non deve avere lo scopo di calmare o distrarre i più piccoli. Inoltre, non deve servire come “pacificatore emotivo”, anche perché rischia di limitare lo sviluppo della regolazione emozionale. Un migliore legame genitore-figlio si creerà interagendo, abbracciando e giocando con i bambini piuttosto che con l'utilizzo dei devices. I bambini, anche a scuola, hanno bisogno di utilizzare tutti i sensi.

I genitori, oltre a dare il buon esempio sull’uso consapevole delle nuove tecnologie, devono inoltre assicurarsi che App, giochi e programmi siano davvero adatti alla loro età. L’uso dei touchscreens potrebbe interferire con lo sviluppo cognitivo dei piccoli, che hanno invece bisogno di un’esperienza diretta e concreta con gli oggetti per affinare il pensiero e la capacità di risolvere i problemi. Utilizzare questi dispositivi per più di due ore al giorno è stato anche associato all’aumento del peso corporeo e a problemi comportamentali. Possono risentirne perfino il sonno e la vista per via delle stimolazioni luminose, l’udito e lo sviluppo del linguaggio e della socializzazione. L’avvertimento degli psicologi, che si aggiunge a quello dei pediatri, è di non regalare lo smartphone ai ragazzi prima dei 13 anni, perché può interferire con il loro sviluppo psicologico: potrebbero avere problemi di attenzione, perdita di memoria e concentrazione, rimanere impassibili di fronte agli stimoli esterni, dissociare le emozioni dal corpo e stimolare comportamenti aggressivi. Effetti che si potrebbero ripercuotere anche sul loro rendimento scolastico, e sulla qualità delle relazioni interpersonali.

Sfoglia Psicologia e Scuola n. 4 

 

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? A questo link scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Giuseppe Lavenia: 18 Marzo 2020

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola