Alla paura preferiamo la cura

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [SZT8YFGC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [Y2GH78YA] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [QXFZTPCB] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3
Misure straordinarie, scuole e nidi chiusi: che cosa fare come educatori? Di Anna Lia Galardini 

C'è una sensazione di inquietudine che in questi giorni riguarda tutti e che può trasferirsi anche ai bambini.
È importante sentirsi uniti da sentimenti di solidarietà, rimanere informati senza soccombere nella paura, essere disposti a nutrire fiducia verso chi ha la responsabilità di tutelare la nostra salute.
I servizi per l'infanzia, proprio nei momenti di difficoltà, possono rappresentare un punto di riferimento per sostenere comportamenti responsabili nel modo di essere genitori, alimentando la capacità di avere cura di noi e degli altri.

Ecco alcune parole che abbiamo spesso utilizzato in Nidi d'infanzia e che ci orientano in azioni positive anche nella situazione che stiamo vivendo: cura, rispetto, competenza e comunità. Sono parole che Concita De Gregorio, giornalista e scrittrice, ha voluto opporre alla paura del contagio

 

Leggi anche: Coronavirus, noi insegnanti e le scuole chiuse

 

La foto è di Marcella Dondoli

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Anna Lia Galardini: 24 Febbraio 2020

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola