L'educatore, una professione in continuo aggiornamento

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [V3BXF1XP] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [IH96JWZU] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [T7SMATIV] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => it
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

L'educatore, una professione in continuo aggiornamento

Un invito a investire sul proprio sapere, a cercare stimoli e sollecitazioni al rinnovarsi, ad avere una "cassetta degli attrezzi" da cui attingere nozioni ed esperienze. Di Anna Lia Galardini

La maggiore risorsa di un servizio per l’infanzia sono gli educatori: una risorsa preziosa, ma delicata, che ha bisogno di un investimento continuo. Stare ogni giorno a fianco dei bambini e camminare insieme a loro per aiutarli a crescere richiede di crescere come adulti.

Ci vogliono risorse professionali che vengono dal sapere sull’infanzia che deve essere continuamente aggiornato, ci vogliono stimoli che aprano nuovi orizzonti e sollecitino idee per rinnovarsi, ci vuole coraggio per cercare sempre soluzioni migliorative

È importante non procedere da soli, ma sfruttare la ricchezza che viene dall’essere, dentro il servizio, un gruppo. È necessario non chiudersi nel proprio guscio, ma coltivare il piacere di conoscere altre esperienze, per riceverne occasioni di riflessione.

Ci vuole disponibilità a leggere ed interpretare i bisogni che la realtà sociale intorno ai bambini manifesta. Non si può procedere senza una cassetta degli attrezzi nella quale trovare proposte di formazione e letture che nutrono.

Per questo Nidi d’infanzia è la rivista che non può mancare nella cassetta degli attrezzi di un educatore.

Clicca qui per leggere il numero 2 della rivista (solo per abbonati).

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola