Le “controfiabe” di maestra Serenella: quando "prendersi cura" fa bene

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [QX14U43Y] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [K7MY3TVH] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [KLER3LIJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Le “controfiabe” di maestra Serenella: quando "prendersi cura" fa bene

Il lavoro  a scuola può servire anche a noi insegnanti a non farsi "mangiare dal lupo"? Ecco una storia,  dalla fiaba alla realtà. Di M. Concetta Messina 

controfiabe messina 5

Maestra Serenella andrà in pensione a settembre. Questo non l’ha dissuasa dal chiedermi che le fosse affidata una classe prima, all’inizio dell’anno: le continuano a piacere gli inizi, e la stanchezza non la spaventa. Non ha messo in pausa la sua industriosità neanche a Natale, quando per i suoi nuovi alunni ha ingegnosamente architettato e realizzato una scatola portatile in grado di trasformarsi, una volta aperta, in un teatro dei burattini (con annessi scenari intercambiabili) pronta a sprigionare la magia delle fiabe, anzi, delle “controfiabe”, perché le sue avrebbero avuto un finale inatteso, a sorpresa.



Ma la scatola è rimasta chiusa per un po’ perché nel frattempo, anche la storia di Serenella ha preso una piega imprevista. Al rientro dalle vacanze il suo compagno di vita, il suo amore, l’ha lasciata.

Un Cappuccetto Rosso con selfie finale

Solo oggi quella scatola ha potuto finalmente aprirsi e Serenella ha messo in scena un’inedita versione di Cappuccetto Rosso per un attentissimo pubblico di una trentina di seienni. Le mani della maestra si sono abilmente destreggiate tra personaggi, intermezzi musicali e cambi di scena, e la sua voce ha creato suspense e rapito tutti con dialoghi ironici e ad effetto. Si è capito dalle prime battute che le cose non sarebbero andate nel solito modo: il lupo piagnone confida a un’impavida Cappuccetto Rosso la sua atavica fame e la bambina si fa carico del problema e aiuta l’animale a risolverlo. Lo accompagna dalla nonna e questa, dopo una puntatina dal parrucchiere e una dall’estetista, organizza per tutti un pranzetto succulento a base di pollo e prelibatezze. Conclude la scena il selfie finale del cacciatore-fotografo.

 

Prendersi cura come cura

Chi vive la scuola ne conosce bene un aspetto: lo stare con i bambini conduce ad un tale stato di “immersione” e di coinvolgimento emotivo che per il tempo in cui ci si occupa di loro si rimane come anestetizzati dalle pene quotidiane, come in apnea.
Serenella lo sa bene, per questo è voluta tornare subito a scuola: come nella sua controfiaba moderna, ha deciso di non farsi mangiare dal lupo.

  


Quattro anni fa esordii in questo spazio con un post sul valore del “prendersi cura come cura”. Serenella è tornata subito a scuola e questa volta i piccoli alunni di cui di si prende cura, cureranno anche lei.

   

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola

  • avatar

    ballen

    21:5, 28 Aprile 2020
    Se aveste voglia di darmi un consiglio ve ne sarei grata share it vidmate
  • avatar

    jshelby

    15:35, 31 Marzo 2020
    Having fun with the kids is the best moment ever. 
    Regards,
    cyberflix apk 
  • avatar

    jshelby

    15:35, 31 Marzo 2020
    Having fun with the kids is the best moment ever. 
    Regards,
    <a href="https://cyberflixapk.fun/"> cyberflix apk </a>
  • avatar

    smary1

    10:59, 14 Marzo 2020
    Non sapevo che la sua decisione di tornare a scuola fosse buona!  subway surfers