Letture intrecciate per un laboratorio teatrale sulla Memoria

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [G1BA6S1G] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [V5RY7VS7] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [9YG4XMAA] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Letture intrecciate per un laboratorio teatrale sulla Memoria

Presentiamo un percorso di letture e testimonianze, per far sì che i ragazzi sviluppino sentimenti di empatia e rispetto per gli altri: senza distinzione di razza, sesso, o religione

Scuola Crotone Giorno Memoria 2019

La Vita Scolastica, da sempre attenta a quello che succede nelle varie scuole primarie italiane, ha raccolto la proposta di pubblicazione di una esperienza fatta recentemente a scuola, la quale ha saputo coinvolgere i bambini di tre istituti comprensivi diversi seguendo un unico filone: quello della drammatica storia di Anna Frank.

Proponiamo dunque la sintesi che hanno realizzato i curatori stessi del progetto.

Il Giorno della Memoria deve essere il traguardo di un percorso di letture e testimonianze per far sì che i ragazzi sviluppino sentimenti di empatia e valori consolidati di rispetto per altri esseri umani senza distinzione di razza, sesso, religione.

Nella costruzione di questo percorso di conoscenza e di crescita sulla Shoah, un ruolo fondamentale può svolgere la figura di Anna Frank perché vicina sia anagraficamente ai ragazzi in formazione sia per i pensieri, le percezioni, le emozioni, le scoperte, che a quell'età sono comuni a tutti loro. Il Diario di Anna Frank è la pietra miliare per conoscerla e per conoscere tramite i suoi pensieri lo sfondo storico con le sue velenose opacità in cui si svolge la vicenda umana della protagonista, dei suoi compagni e degli ebrei in generale.

Ma, ci sono altri due libri che possono completare il quadro d'insieme e fornire ulteriori punti di vista per entrare nel mondo di Anna. L'albero di Anne di Irene Cohen-Janca, pubblicato da Orecchioacerbo, con un linguaggio coinvolgente e poetico, racconta la storia di Anna con la voce dell'ippocastano del giardino della casa/ nascondiglio. L'albero, ormai morente, corroso da una malattia incurabile, trova la forza di raccontare la storia, di descrivere i pensieri e i sogni di una ragazzina a cui era stata tolta la gioia di uscire per comprare un gelato, di correre in un prato, di andare a scuola. È vietato uscire di casa dopo le 20, è vietato riposare in giardino, è vietato andare in bicicletta, è vietato andare in piscina, è vietato andare alla scuola pubblica. L'albero racconta il momento in cui le SS verranno a prendere il gruppo di ebrei nascosti.

E qui può inserirsi la lettura del libro La porta di Anne di Guia Risari, Edizioni Mondadori. Quali sono i pensieri dei prigionieri nel tempo che li separa dalla cattura? Prima che la porta, che fino a quel momento li ha protetti, venga divelta con violenza dagli uomini della Gestapo? E cosa pensa il giovane sottoufficiale mentre si prepara a compiere l'arresto brutale del gruppo nascosto nell'alloggio del n. 263 Prinsengracht?
L'albero sa che verranno ad abbatterlo, ma sa che un suo ramo sarà piantato lì dove ora c'è lui e la sua vita continuerà, portando con sé il ricordo di Anne.

Dalla lettura al teatro

Un laboratorio di lettura con le trame dei tre libri intrecciate può trasformarsi facilmente in laboratorio teatrale. E questo è avvenuto a Crotone, per la Giornata della Memoria 2019, dove ragazzi di tre istituti scolastici diversi (IC Alfieri, IC Alcmeone, ITIS Donegani), hanno letto brani dai tre libri, divenuti un unico copione. I lettori, (la lettura espressiva è rimasta il punto qualificante e fermo del laboratorio), con l'aiuto di una scenografia essenziale (la porta) e piccoli particolari (le stelle di Davide, i rami dell'ippocastano, un pennello da barba, un cappello militare, eccetera), hanno trasportato il pubblico nel mondo e nel tempo di Anna Frank.

Nell'Auditorium dell'IC “Alcmeone”, ragazzi di età e scuole diverse hanno realizzato da protagonisti un evento importante e denso di significato per la loro formazione. Hanno acquisito conoscenze, hanno realizzato insieme un percorso, hanno condiviso un progetto, hanno dato forma hanno dato forma e contorni a storia, letteratura, poesia, cittadinanza, trasformandoli in valori guida. 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

12 Febbraio 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola