L'agenda del mese: maggio

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [MKPVV6T1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [9HVST2BS] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [3RVED3GZ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Prove INVALSI – Domande mobilità personale della scuola – Presentazione progetti PON “Competenze di base” e “Creatività digitale”. A cura di Cristina Lerede. 

Agenda

Prove INVALSI:  3 e 5 maggio

Le prime prove INVALSI si svolgeranno il 3 di maggio con itest di lettura e di italiano nelle scuole primarie (in II e V) e poi continueranno il giorno 5 maggio, sempre alla primaria, con la prova di matematica e il cosiddetto "questionario studente" (solo per le classi V), che prevede una serie di domande – in forma assolutamente anonima – orientate a raccogliere informazioni sugli allievi e sulla loro situazione familiare, nonché sulla stessa scuola. La prima prova, quella di italiano, è un questionario che riguarda la comprensione di un testo che deve essere letto con attenzione dallo studente e poi commentato a partire dalle domande. Il secondo test, quello di matematica, prevede invece una serie di domande di logica che servono per fotografare la preparazione dello studente.

Questa la scansione delle prove:

• Classe seconda primaria - prova di lettura (durata di 2 minuti) + italiano: 3 maggio 2017
• Classe seconda primaria - matematica: 5 maggio 2017
• Classe quinta primaria - italiano: 3 maggio 2017
• Classe quinta primaria - matematica + questionario studente: 5 maggio 2017.

Presentazione domande di mobilità

Il Ministero dell’Istruzione ha trasmesso con nota 16128 del 12 aprile 2017 il testo definitivo del CCNI mobilità scuola e l’OM 221/2017 (personale docente, educativo e ATA) e l’OM 220/2017 (insegnanti di religione cattolica) con cui si dà avvio alla presentazione delle domande di mobilità ed a tutte le operazioni connesse.
Le scadenze sono le seguenti:
Fino al 6 maggio potranno inserire la domanda di mobilità i docenti e il personale educativo. Le funzioni su Istanze online per accedere alla compilazione e all’invio delle domande, erano state aperte a partire dalle ore 9.30 del 13 aprile.
Dal 4 al 24 maggio potrà inserire la domanda di mobilità il personale ATA.
Fino al 16 maggio potranno presentare in forma cartacea la domanda di mobilità i docenti di religione cattolica.
22 maggio: data di comunicazione al SIDI dei posti per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria.
La eventuale richiesta di revoca della domanda di mobilità è presa in considerazione soltanto se pervenuta non oltre il quinto giorno prima del termine ultimo, previsto per ciascuna categoria di personale, per la comunicazione al SIDI dei posti disponibili.

Scadenza presentazione progetti PON

Con nota 4232 del 21 aprile 2017 il MIUR ha emanato alcune precisazioni sui Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE).
Innanzi tutto il MIUR ha risottolineato la “aggiuntività dei PON” specificando che con le risorse PON “Per la Scuola” si finanziano attività aggiuntive rispetto a quelle previste nell’orario scolastico ordinario. In nessun caso è, infatti, possibile remunerare con tali fondi aggiuntivi il personale utilizzato durante l’orario di servizio. “Le modalità di svolgimento delle attività finanziate con il Programma operativo nazionale ‘PON Per la Scuola’ 2014-2020 sono tuttavia demandate all’autonomia delle singole istituzioni scolastiche e alla flessibilità consentita alle medesime scuole nell’articolazione dell’orario scolastico, nel rispetto della normativa nazionale”. In particolare, il MIUR ha precisato anche che i progetti rivolti alle alunne e agli alunni della scuola dell’infanzia possono essere realizzati, se non è possibile procedere diversamente, anche nella fascia oraria curriculare, assicurando però “la completa fruizione del curricolo scolastico”. Le attività del personale scolastico, prestate durante l’orario di servizio, come sopra già ricordato, non possono comunque essere remunerate con i fondi strutturali.
La nota citata, inoltre, ha fissato le seguenti scadenze per la presentazione di alcuni progetti:
16 maggio Avviso n.1953 “Competenze di Base”
19 maggio Avviso n.2669 “Creatività Digitale”

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola