"Tuttestorie": un festival della letteratura per ragazzi in Sardegna

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [MA46ULSX] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [ZVZAYYIE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [HJS4BDLJ] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"Tuttestorie": un festival della letteratura per ragazzi in Sardegna

"Tuttestorie" si presenta: dal 4 al 10 ottobre, libri, incontri e laboratori in varie località della Sardegna.

Dalla scorsa edizione del festival: i bambini con Giulio Coniglio

Le nostre collaboratrici Cristina Fiori, Manuela Fiori, Claudia Urgu della Libreria per Ragazzi e Festival Tuttestorie di Cagliari hanno preparato per tutti i nostri lettori una specialissima presentazione del Festival medesimo, che quest’anno si svolgerà dal 4 al 10 ottobre in varie località della Sardegna.

Tra le novità, uno spazio dedicato agli adulti (insegnanti, formatori, bibliotecari) e una sezione “tontologica” per tonti e tontologi di tutte le età. 

Ospite d’eccezione, Marie-Aude Murail, autrice di libri di grande successo come Oh, boy (Giunti, 2011) e Picnic al cimitero e altre stranezze, un volume su Charles Dickens (Giunti, 2012), dal quale Ilaria Tagliaferri è partita per intervistare l'autrice (l'intervista sarà pubblicata su "La Vita Scolastica" di novembre, è disponibile in anteprima per i nostri registrati web qui).

Nel regno dei racconti col festival «Tutte storie»

In fiaba capriola
Nel regno dei racconti
I furbi vanno a scuola
Per diventare tonti
Perché poi lo capiscono
Se partono da zero
Solo se rintontiscono
Imparano davvero.

Sono parole in rima di Bruno Tognolini, dalla lettera alle «Maestre Tontologhe» incaricate di snidare i pensieri dei bambini e ragazzi in attesa del 7° Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi.

Il titolo di quest’anno è “L’INCOMPRENSIBILE! Racconti, visioni e libri per tonti magnifici”: dal 4 al 10 ottobre 2012, sette giorni di libri in festa in quattordici comuni sardi: a Cagliari (ExMà, Mediateca del Mediterraneo e Libreria Tuttestorie), nelle biblioteche di Carbonia, Gonnesa, Isili, Mara, Mogoro, Norbello, Oliena, Pozzomaggiore, Quartu Sant’Elena, Sarule, Sedilo, San Vito e nell’Istituto Comprensivo di Posada.

Settanta ospiti italiani e stranieri, fra scrittori, illustratori, divulgatori della scienza, narratori, artisti, ludotecari ed esperti di letteratura per ragazzi, saranno protagonisti dei 220 incontri, laboratori e spettacoli riservati alle scuole di tutta l’isola.

Dall’infanzia agli istituti superiori, il festival si prepara ad accogliere circa 320 classi e 8.000 studenti, iscritti a partecipare dallo scorso mese di aprile grazie alla collaborazione fra la Libreria per Ragazzi Tuttestorie e l’Ufficio Scolastico Regionale.

Le «tontologie»

Da tradizione, l’Ufficio Poetico del festival, curato da Bruno Tognolini, ha risucchiato anche quest’anno le storie dei lettori intrecciandole con le storie dei libri degli autori ospiti letti durante l’estate.

La vendemmia di «tontologie» bambine è iniziata nel mese di maggio. «Quando la maestra urla “HAI CAPITO?!” mi spavento», scrive Gregorio, 11 anni. E Giulia, 8 anni: «non ho capito chi c’è dentro di noi». «Puoi anche non capire», scrive Nikos, 10 anni.

Rivelazioni su ciò che i bambini e ragazzi non capiscono del mondo, di se stessi e degli altri, si stanno accumulando sui tavoli del cuore scrivano del festival. A queste si aggiungeranno le confessioni estorte sul campo dalle due Ispettrici Tea Ocsepisa e Bea Invalsi: due inflessibili ispettrici della Commissione Europea che, approfittando dell’affollamento mattutino di classi, sonderanno il grado di comprensione del mondo negli scolari e nelle maestre sarde.

La partecipazione di Marie-Aude Murail

Fra gli ospiti alcuni tra i più affermati autori per ragazzi, accanto a scrittori e illustratori emergenti del panorama internazionale. Sarà a Cagliari Marie-Aude Murail, una delle più note autrici francesi: il bibliotecario Marco Pellati la intervisterà nel Babbo Parking (spazio adulti) del 6 ottobre (ore 21,00): Oh boy sarà uno dei tanti libri per ragazzi che presenteremo ad insegnanti, bibliotecari e genitori curiosi, invitati a giocare e a scoprire proposte editoriali spesso poco note al grande pubblico. 

Per saperne di più

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola