"in classe ho un bambino che..." - Pensa a un bambino di fronte a una scala: apprendimento e potenziamento delle competenze

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [QSN9A6A4] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [3NVFKMD1] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [CXLENSA3] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"in classe ho un bambino che..." - Pensa a un bambino di fronte a una scala: apprendimento e potenziamento delle competenze

Intervista a Daniela Lucangeli, in occasione del convegno "in classe ho un bambino che..."

immagine.jpg

Daniela Lucangeli insegna Psicologia dello Sviluppo presso l'Università di Padova, è prorettore dell’Ateneo di Padova con delega all’orientamento e al tutorato nonché presidente nazionale CNIS (Associazione per il Coordinamento Nazionale degli Insegnanti Specializzati).

Tra i maggiori esperti al proposito delle situazioni di handicap, ha concentrato la sua ricerca sul problema dell'apprendimento e, in particolare, dell'apprendimento matematico.

In occasione del convegno "in classe ho un bambino che..." ha rilasciato un'intervista a Luisa Lauretta. Ha sottolineato, tra le altre cose, come sia importante che la scuola si occupi di potenziare le competenze degli alunni, piuttosto che puntare lo sguardo sulle difficoltà.

 

Vi invitiamo a seguire la videointervista 
insieme a noi, dal sito di "Psicologia e scuola":

 

2 Maggio 2013 Cultura e pedagogia

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola