"In classe ho un bambino che..." - DSA, valutazione standardizzata, BES

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [J6JJUZ8W] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [N7SZYC8V] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [U6QDJFQ2] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"In classe ho un bambino che..." - DSA, valutazione standardizzata, BES

Intervista a Cesare Cornoldi, in occasione del convegno “In classe ho un bambino che...”.

quadrotto_bambino_che.png

Cesare Cornoldi è Professore Ordinario di Psicologia Generale presso l'Università di Padova, Direttore del servizio sui Disturbi dell'Apprendimento dell'Università di Padova e Presidente nazionale AIRIPA.

Si tratta di uno dei massimi esperti italiani sul tema dei DSA. Nel corso del convegno "in classe ho un bambino che..." Luisa Lauretta l'ha intervistato su snodi assai urgenti e problematici:

  • la valutazione standardizzata nella scuola
  • il rapporto fra insegnanti e specialisti nel caso dei DSA
  • le implicazioni della nuova direttiva sui Bisogni Educativi Speciali del 27 dicembre 2012

Vi invitiamo a seguire la videointervista 
insieme a noi, dal sito di "Psicologia e scuola":

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola