Tullio De Mauro e le “Dieci Tesi”: per insegnare oggi

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [VXSLVXAT] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [TE3V2TPR] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [YTQPSLBV] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:21:string '-3' (length=2)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:22:int -3

Tullio De Mauro e le “Dieci Tesi”: per insegnare oggi

Un recente volume, a cura di Silvana Loiero e Edoardo Lugarini, suggerisce come applicare a scuola i principi costitutivi delle “Tesi”. Di Francesco De Renzo (Università di Roma “La Sapienza”)

dieci tesi de mauro

Nella didattica e nell’insegnamento linguistico si percepisce spesso il rischio di sentirsi indietro rispetto ai tempi. La lingua, si sa, è un organismo vivo e vitale, mutevole; così lo sono i suoi possibili usi, come del resto è facile notare dalla rivoluzione provocata dalla diffusione delle nuove tecnologie. E anche nella didattica - per la stessa ragione che gli alunni cambiano, figli di un tempo diverso come tutti lo siamo stati, forse, anzi sicuramente, molto più veloce che in passato - la sensazione di rincorrere qualcosa è sempre lì, dietro l’angolo.

Accettiamo pure il fatto che ogni generazione è diversa e porta domande e richieste nuove. È sempre stato così, dall’origine del mondo. Non è utile opporsi al tempo, non porta a niente. Ma, attenzione, non vale nemmeno il contrario. Non è sano pensare che la corsa alla novità e a ipotetiche miracolose soluzioni tecnologiche possano essere la chiave di tutto.

I punti di riferimento

Per questo, esistono, fortunatamente, dei testi che sono punti di riferimento costanti, principi solidi che non declinano. Per quanto riguarda l’educazione linguistica, le Dieci tesi per un’educazione linguistica democratica del 1975 hanno svolto e svolgono questa funzione. Da quando, grazie soprattutto a Tullio De Mauro, sono state redatte, esse hanno ispirato sia la pratica didattica di migliaia di insegnanti sia i programmi scolastici fino alle più recenti Indicazioni nazionali.

È di questo che si occupa meritoriamente un recente volume (dicembre 2019) dal titolo Tullio De Mauro: Dieci tesi per una scuola democratica, a cura di Silvana Loiero e Edoardo Lugarini, presso l’editore fiorentino Franco Cesati. Con il contributo di studiosi e insegnanti impegnati direttamente sul campo, il libro ripercorre sia la genesi delle Dieci tesi rilevandone il valore nel contesto civile e democratico anche attuale sia la decisiva impronta teorico-didattica impressa da Tullio De Mauro. Ma fa di più, poiché affianca alla necessaria introduzione storico-teorica, a opera di Emanuele Banfi e Maria Antonietta Marchese, l’analisi di ciascuna delle Dieci tesi orientandola utilmente verso la pratica didattica nella scuola attuale.
Va aggiunto un elemento di fondo: in tutti i contributi si fa costante riferimento - e non poteva essere che così - a Tullio De Mauro e alla sua opera.

Perché leggerlo

Perché leggere dunque questo libro? Perché ne vale la pena: aiuta a riflettere su cose che magari già sappiamo, o forse pensiamo di sapere, ma lo fa in modo nuovo, riportandolo a varie dimensioni: da quella teorica a quella didattica a quella politica. E soprattutto perché si respira l’esigenza di rinnovare e ribadire, sulla base delle Dieci tesi, l’impegno per una scuola democratica di cui abbiamo acuto bisogno oggi come ieri.

 

Per saperne di più

www.giscel.it

Tullio de Mauro: Dieci tesi per una scuola democratica, a cura di S. Loiero, E. Lugarini – Cesati – 2020 € 20

Le “Dieci tesi” si rivolgono agli insegnanti di italiano ma coinvolgono tutti i docenti, di qualunque disciplina, orientando la loro azione su una stella polare di carattere sovradisciplinare: la funzione civile della formazione linguistica. L’insegnante di lingue – italiana e non solo – in questa prospettiva ha una missione specifica: «le diverse lingue, nel loro intreccio, nel loro oscillare, bisogna che tutti le possano conoscere e dominare per vivere da pari in questa società, non da sudditi, non da esclusi, non da reietti, ma da persone libere, partecipi all’elaborazione delle scelte della comunità» (Tullio De Mauro). I principi che ispirano le “Dieci tesi” sono vivi e attuali e danno senso e prospettiva – civile e sociale – a ogni progetto didattico. Per questo motivo il testo delle “Dieci tesi GISCEL” viene riproposto, con commenti e ambientazioni che offrono ai più giovani chiavi di lettura (sfondi storici, proposte di trasposizione didattica ecc.) utili non solo per discutere di principi ma per illuminare le quotidiane scelte didattiche. (dalla quarta di copertina)

 

Sfoglia la rivista a questo link

Cerca e scarica  i materiali didattici a questo link 

Scarica Dossier, Esperienze dalle scuole, "Pillole" e altro ancora a questo link 

Abbonati a questo link

Non perdere le "Pillole" ogni lunedì e giovedì sulla pagina Facebook La Vita Scolastica 

 

 

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Francesco De Renzo: 19 Febbraio 2020 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola