"Leggimi Ancora", Della Passarelli: "Noi adulti come la Signorina Dolcemiele di Roald Dahl"

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [B3N2VF7U] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [RWZNQTJC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [R7C6M5AH] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

"Leggimi Ancora", Della Passarelli: "Noi adulti come la Signorina Dolcemiele di Roald Dahl"

La direttrice editoriale di Sinnos sostiene il progetto di Giunti Scuola: "Leggere è bello e ascoltare è meraviglioso". Alcuni consigli tra le novità in libreria. Di Daniele Dei

Della Passarelli Sinnos

A sostegno del progetto di lettura ad alta voce “Leggimi ancora” promosso da Giunti Scuola, e tema del numero 10 de La Vita Scolastica, c’è anche la direttrice editoriale di Sinnos, Della Passarelli, la quale ha espresso il suo pensiero in una intervista che le abbiamo fatto in occasione del Bologna Children’s Book Fair 2019. Per l’occasione le abbiamo chiesto anche un po’ di suggerimenti di lettura per bambini, nell’avvicinarsi del periodo estivo.

Della Passarelli sul numero 10 della rivista firma anche un articolo dal titolo "Libri come ponti", che si trova a pagina 30 (sfoglia la rivista).

Qual è il valore della lettura ad alta voce?

Giunti Scuola ha aperto una strada su questo: sono decenni che lavora potentemente per cercare di portare la lettura in classe. Noi, gli adulti che leggono, dobbiamo essere come la Signorina Dolcemiele di “Matilde” di Roald Dahl. Dobbiamo mostrare e testimoniare ai bambini che leggere è bello e ascoltare la lettura è meraviglioso. Noi, e lo dicono anche i pediatri di Nati per Leggere, dobbiamo cominciare a leggere ad alta voce da subito, e far sì che un libro di carta possa diventare vivo attraverso la lettura di un adulto a cui ci si affida, così da diventare momento di condivisione affettiva e intellettiva.

Una lettura per gli insegnanti da suggerire?

Io consiglio sempre di leggere gli scritti della neuroscienziata Maryanne Wolf: il suo ultimo libro è uscito da poco per “Vita e pensiero” e si intitola “Lettore vieni a casa”. La capacità di leggere è propria solo della nostra specie umana. È un qualcosa che perdere sarebbe davvero un disastro.

Letture per i ragazzi

Nel video qui sopra ci sono una serie di suggerimenti, editi da Sinnos, tutti da ascoltare di letture per ragazzi. Ecco intanto un elenco.

Pieter Gaudesaboos e Svevia Van den Neede sono i due autori belgi di un libro illustrato dal titolo “La mia casa è uno zoo”. Un testo per i più piccoli in cui la protagonista abita, appunto, in uno zoo. È un libro gioco in cui si devono cercare indizi nelle illustrazioni.

Daniela Carucci è invece l’autrice di “Ruggiti” (da otto anni in su). I protagonisti sono un vecchio leone abbandonato da un circo, una bambina intraprendente, un meccanico che però è anche un mago, un bassotto sempre arrabbiato e una donna volante. Con gli uomini blu che invece sono i cattivi.

Federico Appel firma il libro “La grande rapina al treno” (da sei anni in su). In ogni pagina, come fossimo al cinema, il lettore può vedere un treno che passa. E poi arrivano i banditi a cavallo che tentano di rapinarlo.

Roberta Balestrucci Fancellu scrive “Annie. Il vento in tasca” (da otto anni in su) coadiuvata, per le illustrazioni, da Luogo Comune (alias Jacopo Ghisoni). Racconta la storia di Annie Kopchovsky (Annie Londonderry) e del suo giro del mondo in bicicletta. Una ragazza che come Jella Leppmann crea ponti tra tanti Paesi diversi.

 

Conosci le riviste Giunti Scuola? Apri questo collegamento e scopri le offerte dedicate a La Vita Scolastica, Scuola dell'Infanzia, Nidi d'Infanzia e Psicologia e Scuola, oltre alla nostra Webtv!

Daniele Dei: 3 Giugno 2019 Articoli

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola