Un viaggio con BAOBAB

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [BFWH35KE] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [E269FX2E] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [CRBFZVIA] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

L'Associazione culturale Il Baobab si presenta e ci racconta di che cosa si occuperà nei prossimi mesi.

baobab.jpeg

Chi siamo?

Giocando un po’ con le parole potremmo chiamarlo anche BaobaBlog questo sito web curato dalla nostra Associazione, “il Baobab, l’albero della ricerca”, che collabora da anni alle riviste Vita Scolastica e Scuola dell’Infanzia occupandosi della redazione di articoli legati all’area delle Scienze.
La nostra associazione, oltre ad occuparsi di didattica applicata con i suoi Gruppi di Ricerca in Didattica delle Scienze (GRDS) che agiscono a Verbania, Torino, presso l’Università (Scienza della Formazione Primaria), a Chieri, Moncalieri, Bologna, Modena, San Marino e in altri luoghi, gestisce anche il museo interattivo La Casa del Lago e il sito Ecosistemaverbano. Il Baobab è anche piccola casa editrice che si dedica principalmente alla pubblicazione di materiali didattici.

Perché “il BAOBAB”?

Logo BAOBAB Perché abbiamo fatto esperienze didattiche anche in alcune scuole africane e perché Baobab è una parola curiosa, esotica, magica: secondo alcuni deriverebbe dall’arabo "bu hibab", che significa "frutto dai molti grani", ma altri sostengono che derivi da una parlata wolof, che indicherebbe "l'albero di mille anni". È una pianta possente e regale, dotata di caratteristiche uniche: vive ad esempio centinaia d'anni e il suo enorme fusto riesce e immagazzinare quantità incredibili d'acqua, risorsa utile per contrastare l’aridità e la desertificazione che avanza in certi continenti e che a volte sembra assediare anche il mondo che circonda la scuola.

In “viaggio” con il Blog

Vorremmo che questo nuovo blog, dedicato al tema “Scienze e Didattica”, si sviluppi un po’ come un fiore i cui petali saranno costituiti da voi lettori e insegnanti, ma anche dai vostri allievi, dalle famiglie e, naturalmente, da Il Baobab e dai suoi GRDS.
Ci auguriamo anche che questo blog, come ogni fiore che si rispetti, sappia liberare i propri semi perché questi viaggino liberamente nell’aria e perché, penetrando nelle aule scolastiche ed incontrando terreno fertile e condizioni favorevoli, possano dar vita a nuovi germogli.  

Che ne dite?

Potete anche pensare a questo blog come a un veliero sul quale imbarcarvi con noi, per solcare insieme gli oceani della didattica delle scienze.

Vi pare una prospettiva interessante? Avete voglia di mettervi in mare con questo piccolo naviglio?

Il viaggio che ci interessa è quello dentro la Scuola, in vostra compagnia, ma è anche quello di emancipazione che ogni allievo fa nel corso della sua crescita.
Non ci interessa il viaggio dei turisti, che concentrano tutto l’interesse sulla meta da raggiungere, né quello degli esploratori che, spesso solitari per scelta, desiderano raggiungere per primi una meta ignota ad altri: noi non amiamo viaggiare da soli e men che meno pensiamo di scoprire terre misteriose e mai frequentate prima.
Vi proponiamo dunque di viaggiare come viaggiatori, cioè come coloro che si spostano facendosi ricchi di tutto ciò che viene loro incontro, quasi che la vera meta sia il viaggio stesso.

Lo scafo che sostiene il nostro navigare è dei migliori, robusto e filante come le cose di Giunti Scuola e l’albero “maestro”, nel senso della marineria, è cocciuto e resistente come il legno del Baobab. Quanto a bussola, sestante, vele, gomene e marinai, tutto dipende da voi e dalla vostra voglia di uscire dalla calma piatta della consuetudine ripetitiva, ove le cose, come le ore, rischiano solo di ripetersi uguali a se stesse.

Non abbiate timori: la nave su cui state per imbarcarvi non sarà mai lasciata a sé, nè frequenterà rotte rischiose o insicure. Grazie alla vigile capitaneria di Patrizia Davit (il prode nocchiero de Il Baobab-GRDS UNITO) e alla collaborazione di un buon gruppo di nostri collaboratori che stanno sotto coperta, metaforicamente parlando e in attesa di ordini, segnali e stimoli, cercheremo di non perdere mai la bussola.

 

Tutto pronto dunque: si parte!
Attendiamo da voi un segnale di complice approvazione, magari già con contributi, domande o richieste specifiche.
Quanto a noi, vi offriremo articoli, risposte e contributi augurandoci che siano utili al vostro lavoro e a cui ricorrere quando, se e come voi vorrete.

Grazie di cuore per tutto ciò che ci aiuterete a fare.
 

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola