Trasformazioni (II)

Entra in Giunti Scuola

Hai dimenticato i dati di accesso?

Non sei ancora registrato?

Entra anche tu a far parte della più grande community di insegnanti italiani sul web!

Perché dovrei registrarmi?

Array
(
    [cmg_userData] => Array
        (
            [localhost%%gs_prod] => Array
                (
                    [profile] => ANONYMOUS
                    [groups] => Array
                        (
                            [-2] => SanchoEverybody
                        )

                )

        )

    [cmg_channels] => Array
        (
            [9QV1DG5M] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => cmg_processURL
                )

            [77JHWVN8] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

            [V7UBJTWC] => Array
                (
                    [type] => method
                    [methodName] => sancho_Object_showUp
                )

        )

    [cmg_lang] => 
)
/var/www/custom/src/gs/loginBar/index.html:20:boolean true

Come abbiamo anticipato nello scorso numero questa volta vogliamo parlare di un concetto diverso di trasformazione. Vedremo ora cosa succede quando è la natura stessa delle particelle coinvolte nel processo a cambiare: parleremo quindi di cosa si intende per "reazione chimica".

22 settembre palloncino aceto.JPG

Le trasformazioni in cui cambiano le particelle della sostanza 

Proponiamo ora ai bambini di sperimentare il caso in cui la trasformazione arriva a cambiare la natura delle particelle!
Parliamo cioè di reazioni chimiche. Perché i bambini ne facciano esperienza diretta proponiamo l’attività che segue.

Fonte immagine:
http://mammavolipindarici.blogspot.it


Occorrente
  • Una bottiglietta di plastica vuota,
  • un palloncino,
  • un cucchiaino,
  • aceto,
  • bicarbonato,
  • eventualmente plastilina, o cartapesta, detersivo per i piatti e colori a tempera, un cucchiaio, un imbuto

Condividi:

Commenti

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Entra in Giunti Scuola