Un grande giardino assetato

Ultima serata a Mongo. Parlo con un ardito sperimentatore che... non ha il mal d’Africa. Viaggio attraverso la terra assetata ed elegante del Ciad. Visito l’ospedale della capitale, dove trovo qualche avvisaglia d’occidente. 

di Maurizia Butturini · 07 gennaio 2015
0 0

Mi piace

REGISTRATI ACCEDI

0
7 min read

Passiamo una bella serata assieme nella casa che ci ospita; è l’ultima a Mongo. Ci fanno compagnia padre Franco e padre Pietro, una persona molto originale che in questi giorni ha condiviso con noi la tavola, la sera, quando ci trovavamo qui a Mongo. Padre Pietro viene in Africa da più di trent’anni, è appassionato ed esperto di meccanica , insegna ai giovani del posto come costruire e aggiustare attrezzi di vario tipo, agricoli e quotidian

Questo contenuto è riservato agli abbonati io+, l'offerta Premium di giuntiscuola.it.

Vuoi provare io+ gratis per un mese? Registrati a giuntiscuola.it!